Warning: Smarty error: unable to read resource: "" in /oldfs/2650a/vgnfs/vg/trunk/backend/smarty/libs/Smarty.class.php on line 1095


Home > Guida Viaggi > Nord America > Stati Uniti d'America > Il lontano Ovest USA

Il Lontano Ovest Usa, Itinerario Stati Uniti d'America

Voto: (0 voti)
Itinerario: Il Lontano Ovest Usa
Viaggiatore: Famiglia con Figli
Occasione: Vacanze Estive
Costo del viaggio: da 2000 a 3000 euro
Pubblicato: 11.02.2008
Durata del viaggio: 16 giorni
Data della partenza: 23.08.2006
Data del ritorno: 08.09.2006

Scritto da Darioes
Vive a Roma. Lazio - Italia


Foto: 10

Cosa ne pensi di questo itinerario?

Vota:
1
2
3
4
5
  

Racconto

88608 Due famiglie, otto persone, biglietti aerei a prezzo interessante (720 Euro con Delta) e il viaggio nell’Ovest degli Stati uniti si è concretizzato!!!
Lo stato nel quale abbiamo passato la maggior parte del tempo è stata la California (The Golden State), il più popoloso stato degli USA (anche il più vario dal punto di vista etnico) ed il terzo per estensione (una volta e mezza l’Italia con poco più della metà della popolazione).
Inizialmente colonia spagnola inclusa nel Messico, nel 1847 fu divisa in due zone e la parte nord fu annessa agli Stati Uniti d’America, nel 1850 come 31° stato, era quello il periodo della scoperta di grandi miniere d’oro e d’argento in California.
Stato ricco grazie ad agricoltura selezionata, industria avanzata e terziario sviluppato (cinema, informatica e turismo), è attualmente governato da Arnold Schwarzenegger.

Clima
Molto vario sia per l’estensione geografica che per le notevoli differenze d’altitudine, ma anche a causa dell’esposizione sul fresco Oceano Pacifico ed alla disposizione parallela al mare della cordigliera montuosa (Sierra Nevada). Nel sud fa sempre caldo e non piove quasi mai, mentre a San Francisco è freddo e molto umido ("L'inverno più freddo che ho trascorso, è stata un'estate a San Francisco" Mark Twain).

On the road
All’inizio del XX secolo la commissione federale per la viabilità stabilì che le strade con orientamento Est-Ovest avessero numeri pari e quelle Nord-Sud numeri dispari attribuendo le decine a quelle più importanti.
La sigla letterale anteposta ad ogni strada è in relazione alla copertura territoriale, una strada statale viene identificata da “SR” (State Route) o semplicemente “S”. La S-1 ad esempio permette di percorrere la parte più spettacolare della costa centrale della California.
“IS” (Inter State) o “I” designa invece la viabilità che si estende per più stati (ad esempio la I-15 che traversa Las Vegas unendo California, Nevada ed Utah), mentre la sigla “US” è utilizzata per le strade che hanno rilevanza per l’intero sistema stradale USA (su tutte la US-101, il lungomare che dall’estremo nord ovest degli USA arriva fino a Los Angeles).
I termini “Historic Route” (come la mitica Route 66, da Chicago a Santa Monica lunga 2.488 miglia) o “Scenic Drive” … sono utilizzati per percorsi turistici di particolare rilevanza che possono interessare strade “declassate” di importanza o l’insieme di più strade .

Dove alloggiare
Per un viaggio itinerante la soluzione migliore sono i motel, le catene di motel offrono standard sempre accettabili (“Super 8”, “6 Motel”, ”Econolodge”); alcune sistemazioni possono però essere vantaggiosamente (anche perché i posti sono limitati) prenotate dall’Italia, ad esempio se volete alloggiare all’interno dei parchi nazionali o in qualche albergo particolare (come a Las Vegas o Disneyland).
Le stanze doppie possono quasi sempre essere utilizzate come quadrupla senza variazioni di prezzo. Per i motel si può spendere dai $ 50 ai $ 80 per stanza a notte, per gli alberghi di buona qualità tra i $ 100 e i $ 150 a notte.

Itinerario
Siamo stati negli USA dal 23 Agosto 2006 al 8 Settembre 2006, giungendo a Los Angeles dalla quale (con un’auto da 8 posti a noleggio) siamo partiti per San Diego, Palm Springs, Grand Canyon, Las Vegas, Death Valley, Yosemite, San Francisco, Monterey, Carmel, Morro Bay, Santa Barbara per tornare poi a Los Angeles (circa 5.000 Km percorsi).

Da non perdere
Los Angeles, fondata nel 1781 col nome “Ciudad de la Iglesia de Nuestra Señora Reina de Los Angeles sobra la Porziuncola de Asìs”, è ora una metropoli formata da un disordinato insieme di quartieri e contee molto diversi tra loro, con popolazione cosmopolita e notevoli differenze economiche. Poche sono le cose interessanti se non l’impressione di vivere parti di un’infinità di film e libri. Mete d’obbligo :
• gli Universal Studios ($53), anche se non paragonabili a quelli di Orlando (Florida).
• vagare in auto per le colline di Hollywood (Laurel canyon, Hollywood Sign, Mulholland drive) e la breve passeggiata sull’ Hollywood Blv tra il Mann’s Chinese Theatre e la “Walk of Fame”.
• Beverly Hills col Sunset blv (le splendide ville del Viale del Tramonto) e la passeggiata su Rodeo Drive (l’ambientazione di “Pretty woman” e i lussuosi negozi).
• Santa Monica e Venice: lunghe spiagge di sabbia dorata (ambientazione di Baywatch, anche se la maggior parte delle scene è stata girata in Australia!), zone di impervie scogliere con palme e verde, lunghi moli di legno, spettacolari tramonti.
• Disneyland nella vicina Anaheim (anche in questo caso se siete appassionati di parchi divertimento scegliete Orlando)

San Diego , città su una splendida baia con il Museo Navale e la base dei Navy Seal (visibili anche con i boat-tour), Old Town, Mission Hills (con la prima missione costruita in California), le spiagge di Mission Beach e l’insenatura vulcanica di La Jolla, Horton Plaza e il caratteristico quartiere di Gaslamp, il famoso SeaWorld ed il più grande zoo del mondo.

Grand Canyon , meno fotogenico di quanto si pensi (nessun obiettivo può riprodurre la sensazione di maestosità del luogo), facilmente visitabile la zona del South Rim (con gli spettacolari view point), esaltante il sorvolo in aereo o in elicottero (da $ 90 a persona fino a $ 200).

Las Vegas , una città una strada: “The Strip”, l’ampio viale dove sono concentrati tutti i locali e gli hotel più famosi dove si può liberamente entrare, giocare, partecipare a spettacoli e performance (ma anche sposarsi o “trovare compagnia”)
• L’inconcepibile Luxor a forma di piramide (nera, con gli ascensori che si muovono all’interno degli spigoli e si chiamano “inclinator”) fronteggiata da una grande sfinge
• il grande New York New York con le montagne russe che corrono in un “condensato” di Manhattan;
• il Bellagio con lo spettacolo delle fontane illuminate e sincronizzate con la musica (molto bello);
• l’immenso complesso biancheggiante del Cesar Palace in stile antico romano con il Forum Shops, un centro commerciale con centinaia di negozi e ristoranti ;
• il Mirage con l’eruzione vulcanica, la gabbia delle tigri e il sentiero tropicale con palme finte;
• l’arcinoto spettacolo dell’albergo Treasure Island, un musical con molti attori, splendide sirene, acrobatici pirati ed effetti pirotecnici.
• lo spettacolare Stratosphere, albergo simile ad una altissima torre di controllo aereo, con giochi mozzafiato a 300 metri da terra;
• il Paris (con copia della Tour Eiffel e ambientazione “parigina”);
• il lussuoso Venetian con tanto di gondole e procaci rematrici “canterine”;
• l’Aladdin con il sorprendente Desert Passage;
• L’MGM illuminato di verde (famoso per il film Ocean Eleven).

Valle della Morte, spettacolare zona desertica con i mitici punti di : Zabriskie Point, Dante’s View , Artist’s Palette, Badwater (lago salato 86 m sotto il livello del mare), Devil’s golf course, Golden Canyon, miniere e città abbandonate da scoprire.

Yosemite National Park con il Tioga Pass (3.031 metri slm, aperto solamente 4 mesi l’anno), gli spettacolari “Dome”(alti e lisci massicci granitici che biancheggiano su laghetti), le grandi sequoie, le famose cascate (ma in estate l’unica con buona portata è la Bridalweil fall), il caratteristico e lussuoso albergo Ahwahnee.

San Francisco, la città più spettacolare della California dal Golden Gate Bridge ad Alcatraz, dai quartieri “etnici” (Chinatown, Little Italy …) alle strade ripidissime, dalle caratteristiche vetture di legno a cremagliera (cable-car) ai grattacieli del Financial District, da Telegraph Hill a Twin Peaks, dai quartieri in stile vittoriano(Haight Asbury e Victorian) a Lombard Street, dalla zona dei moli (Fisherman Warf) alle vicine Sausalito e Muir Wood.

Monterey , la città con più storia della California, seguendo a piedi il percorso (denominato Path of history) si incontrano la Cotton Hall (dove fu siglata la costituzione della California), Larkin house (esempio di stile coloniale), le case costruite in adobe, la casa dove visse Robert Louis Stevenson (l’autore di L’isola del tesoro), la cappella del Royal Presidio, Cannery row, il famoso acquario.

La costa centrale sulla S-1 con 17 Mile Drive(il comprensorio privato sulla spettacolare penisola di Pebble Beach), Carmel, il deserto costiero Big Sur, il parco Los Padres, l’Hearst’s Castle, Morro Bay, San Louis Obispo, Santa Barbara (con la più bella delle missioni californiane).




Chi siamo | Contattaci | Pubblicità

© 2011 Voiaganto tutti i diritti riservati - Trilud SpA in liq. - P.iva: 13059540156

Voiaganto, supplemento alla testata giornalistica NanoPress registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08

Condizioni di utilizzo di Voiaganto, Informativa sulla privacy Informativa cookie