Le auto a benzina spariranno per sempre: c’è una data. Come cambieranno i viaggi?

Il futuro dei trasporti cambia notevolmente da un momento all’altro. Una cosa è certa: le auto elettriche la faranno da padrona.

Si parla sempre più spesso di come il mondo della mobilità stia cambiando. 20 o 30 anni fa non ci saremmo mai sognati di poter acquistare con così tanta facilità un auto ibrida o un auto completamente elettrica, invece oggi possiamo farlo comodamente.

Auto elettriche
Nel 2023 addio alle auto a benzina

Quindi il futuro è piuttosto incerto e la mobilità potrebbe cambiare da un momento all’altro. Alla fine però ci sono alcune certezze e sembra che, secondo le ultime notizie, dal 2035 in Europa non si potranno più vendere auto diesel o benzina.

Nel 2035 solo auto elettriche? È una necessità

Questo accordo nasce tra le istituzioni europee nell’ambito di un lungo e complicato discorso per ridurre le emissioni inquinanti di auto. Il Parlamento e la Commissione Europea insieme al Consiglio Europeo hanno così deciso svariate step e passaggi fondamentali che le aziende dovranno portare a termine per entrare all’interno di questo pacchetto denominato Fit for 55 che vuole la riduzione delle emissioni di gas serra di almeno il 55% entro il 2030. Dal 2035 in poi quindi i produttori potranno vendere solo ed esclusivamente auto elettriche.

I dubbi delle industrie automobilistiche

Sia chiaro, non è una procedimento facile e, in questi 13 anni che ci separano dalla data X, sono previsti diversi step e traguardi intermedi che le aziende saranno tenute a fare. Se, da un lato, si urla e si grida al successo nel mondo della mobilità green, molte case automobilistiche iniziano invece a lamentarsi. Riconvertire completamente una azienda automobilistica, anche se il tempo è tanto, non è certo cosa facile. Bisogna cambiare tecnologie e anche approccio oltre che impiegare tempo e denaro nella formazione dei dipendenti. Allo stesso tempo però cercare di ridurre l’impatto ambientale di ognuno di noi è fondamentale.

Le altre possibilità di trasporto green

Nel futuro della mobilità comunque a oggi non c’è solo l’elettrico e le auto che si muovono grazie a questa fonte energetica.

Ma c’è anche un universo parallelo fatto di combustibili naturali tutti da sperimentare come l’idrogeno e altre tipologie di carburanti sintetici. Insomma, in un modo o nell’altro il goal di ridurre le emissioni di gas serra va portato a termine. Non solo per tenere fede alle richieste della Commissione Europa, ma anche per il nostro bene.