Home > Guida Viaggi > Medio Oriente > Turchia > Istanbul > Guida viaggi Istanbul

Istanbul, viaggi e vacanze

istanbul

Istanbul (erroneamente anche chiamata Istambul) è una delle località più visitata della Turchia e vanta anche il primato di essere la città più popolosa di Europa, con 15.291.102 abitanti.

Istanbul si sviluppa sullo stretto del Bosforo che separa l'Asia dall'Europa, è l'unica città del mondo che fa parte di due continenti. E' una città dal fascino mediorientale che proietta la sua divisione territoriale anche nel modo di vivere della popolazione: usanze e abbigliamento musulmano di alcuni e il richiamo quotidiano del Muezzin convivono con lo stile e i ritmi europei di altri. Non a caso Istanbul è capitale Europea della cultura 2010: nominata da una giuria di esperti nominati da Commissione, Consiglio, Parlamento Europeo e Comitato delle Regioni, la metropoli è pronta ad accogliere i numerosi visitatore mostrando loro le sue infinite bellezze.

Fare un viaggio a Istanbul significa entrare in contatto con una realtà dalle mille sfaccettatura, con una popolazione rumorosa ma molto accogliente, immergersi nella sua storia millenaria, lasciarsi incantare dagli spendidi edifici di architettura bizantina.

Da non perdere a Istanbul

  • La straordinaria bellezza di Aya Sofia e gli splenidi mosaici cupole e colonne al suo interno.
  • Una mini crociera sul bosforo per godersi una vista indimenicabile i Istanbul dal mare
  • Bighellonare e curiosare all'interno del Gran Bazar perdendosi nelle sue stradine
  • Rilassarsi in un hamam
  • Assistere ad uno spettacolo di dervishi rotanti
  • Scoprire i segreti nascosti del palazzo Topkapi
  • Trascorrere un dopo cena a Beyoglu, il quartiere frequentato dai giovani modaioli di Istanbul.

Indice

Zone e quartieri di Istanbul

Istanbul si estente sullo stretto del Bosforo che separa l'Asia dall'Europa ed è ulteriormente separata dal Corno d'Oro in due parti, la vecchia Istanbul e il quartiere moderno di Beyoglu.

Vecchia Istanbul

Sultanahmet è il vecchio quartiere dove si trovano le principali attrazioni di Istanbul come l'Aya Sofia, la Moschea Blu e il palazzo Topkapi e moltissimi alberghi e ristoranti. Da Sultanament percorrendo il Divan Yolu si raggiunge il Gran Bazar di Istanbul e proseguendo si arriva al lungomare di Eminomu, importante punto di imbarcazione di traghetti per il resto della città.

Nuova Istanbul

Per raggiungere il modernissimo quartiere di Beyoglu, dalla vivace vita notturna, bisogna attraversare il ponte di Galata, dove si concentrano una miriade di bar e ristoranti specializzati quasi tutti in pesce, e raggiungere la Piazza Taksim, da cui inizia la città moderna. I quartieri eleganti di Nisantasi e Besiktas (da cui prende il nome una delle due squadre di calcio di Istanbul) si trovano a nord-est di Beyoglu; Levent e Bebek, i quartieri residenziali ricchi si trovano ancora più a nord-est. Per raggiungere invece Uskudar e Kadukoy, nella parte asiatica di Istanbul, bisogna prendere il traghetto da Eminomu o attraversare in auto il ponte del Bosforo.

Come arrivare a Istanbul

Istanbul è il fulcro dei trasporti dell'intera Turchia, per questo è il posto più facilmente raggiungibile della nazione.

Aereo

L'areoporto principale di Istanbul è l'areoporto internazionale di Ataturk con un terminal per voli internazionali ed uno per voli nazionali. L'areoporto di Ataturk si trova a 24 km dal centro, nella parte europea, ed è collegato alla città tramite una linea metropolitana con capolinea Aksaray (prezzi circa 2 €) e un autobus che arriva in piazza Taksim in circa 30 minuti (prezzo 4 €). Il taxi dall'areoporto di Ataturk per il centro di Istanbul costa intorno ai 15 €.

Negli ultimi anni si è notevolmente sviluppato l'areoporto internazionale di Sabiha Gökçen, situato nella parte asiatica, utilizzato soprattutto da voli low cost per Istanbul e da quelli charter. Questo areoporto si trova a circa 60 Km dal centro cittadino ma non è ben collegato; tuttavia spesso i voli per Sabiha sono davvero economici. Un autobus collega l'areoporto di Sabiha Gökçen alla piazza Taksim, il prezzo del biglietto costa circa 6 €.

Per ulteriori dettagli sui voli per Istanbul visita la pagina voli Istanbul.

Treno

Raggiungere Istanbul in treno non è consigliato, il viaggio infatti è lungo e dispendioso; al momento non esiste alcun collegamento diretto tra l'Italia e la turchia in treno. L'opzione migliore è raggiungere Budapest con un treno diretto da Venezia, il Venezia Express e poi prendere un treno Budapest-Istanbul. Il viaggio per Istanbul in treno dura due giorni e il biglietto costa circa 170 €. Le ferrovie turche (TCDD), almeno per quanto riguarda la parte europea, partecipano al progetto Inter Rail. I treni di provenienza europea arrivano alla stazione ferroviaria di Sirkeci.

Autobus

Se invece si desidera raggiungere Istanbul in autobus, la compagnia Eurolines effettua collegamenti in bus tra alcune città italiane e Istanbul. I collegamenti in bus sono Genova-Istanbul e Napoli-Sofia-Istanbul e il viaggio dura circa 2 giorni. Il viaggio Milano-Istanbul costa circa 110 € solo andata e circa 200 € andata e ritorno. Gli autobus di provenienza europea arrivano alla stazione degli autobus internazionale di Istanbul che si chiama semplicemente otogar.

Auto o moto

Per raggiungere Istanbul in auto o motocicletta, bisogna atraversare i paesi balcanici e considerare due opzioni: attraversando tutti i pease dell'Ex Iugoslavia e la Bulgaria oppure prendendo il traghetto a Venezia o Brindisi per Cesme o Izmir in Turchia, o Patrasso in Grecia. Milano dista da Istanbul circa 2000 km, e la spesa per un viaggio in auto o in moto per la Turchia si aggira intorno ai 230 € solo andata, di cui circa 30 € di pedaggio, e 200 € di carburante.

Traghetto

I traghetti per Istanbul possono rappresentare un'occasione per trasformare il proprio viaggio per Istanbul in una piccola crociera ma si deve considerare che è un viaggio lungo, solo per chi ha molto tempo a disposizione per la propria vacanza a Istanbul o in Turchia. La compagnia Turkish Marittime Lines effettua l'unico collegamento diretto tra l'Italia e Istanbul in traghetto, copre la tratta Venezia-Istanbul. Molte sono anche le crociere nel Mediterraneo che fanno tappa ad Istanbul e si fermano nel Karakoy International Maritime Passenger Terminal, accanto al ponte di Galata.

Quando andare a Istanbul

Stagioni

Istanbul presenta un clima mediterraneo abbastanza mite. I mesi che vanno da novembre a febbraio sono mesi molto umidi e ricchi di precipitazione e le temperature sono molto basse, possono arrivare anche a 0°. Durante i mesi estivi invece l'umidità scende al di sotto del 30% e le temperature arrivano ai 30 gradi, ma difficilmente li superano. I periodi migliori per visitare Istanbul sono la primavera e l'autunno.

Eventi e festività

Istanbul, soprattutto durante la primavera e l'estate, si anima di festival ed eventi per accogliere al meglio i propri visitatori. Il festival internazionale del cinema di Istanbul è uno degli eventi più importanti insieme al festival internazionale della danza di Istanbul a maggio e, tra giugno e luglio, il festival internazionale del jazz di Istanbul , un grande evento a cui partecipano artisti di fama internazionale.

Dal 17 al 24 dicembre c'è il Festival di Mevlana, festa dei celeberrimi dervisci rotanti che ruotano vorticosamente su sè stessi per entrare i comunione con Dio.

Abbigliamento e bagagli per Istanbul

Se si visita Istanbul durante l'inverno è consigliabile assolutamente abbigliamento invernale e, date le numerose precipitazioni, un impermeabile o un ombrello. Durante la stagione estiva si consiglia di portarsi comunque un soprabito, l'aria di sera in alcuni periodi può essere molto fresca.

E' utile portarsi dietro sempre un portafogli in stoffa o un marsupio per i contanti da nascondere sotto i vestiti per evitare che i borseggiatori rovinino le vostre vanaze a Istanbul. Sebbene sia una città cosmopolita e moderna, è preferibile che le donne non girino in canottiera o con le gambe scoperte. Sembre meglio indossare pantaloni (non aderenti) e t-shirts.

Usi e costumi di Istanbul

Gli abitanti di Istanbul rispecchiano la doppia identità europea-asiatica della posizione geografica della città. Essendo una metropoli, il carattere europeo e cosmopolita prevale comunque sulla tradizione musulmana: la maggior parte delle donne indossa abiti occidentali, lavora e vive la propria giornata come le donne europee. Si consiglia comunque alle donne in viaggio, soprattutto se sole, di evitare di girare di notte in alcuni quartieri della zona vecchia, di entrare in confidenza con uomini turchi o di vestire in maniera troppo vistosa se si vuole evitare di diventare oggetti di attenzioni non gradite.

Avvertenze e consigli per un viaggio a Istanbul

La popolazione turca è gentile e disponibile, tuttavia è bene non fidarsi del tutto di persone conosciute in strada (consiglio che vale per qualsiasi luogo) che si avvicinano cercando di fare amicizia. E' capitato ad alcuni turisti soprattutto uomini, di essere avvicinati da ragazzi turchi con una qualsiasi scusa. Un semplice scambio di informazioni si è trasformato poi in una birra insieme in qualche bar e il turista mal capitato si è risvegliato dopo molte ore in qualche posto deserto senza portafogli e oggetti personali. Probabilmente qualcuno utilizza la tecnica di drogare il turista per farlo addormentare per poi derubarlo. Qualche turista è anche stato derubato al bancomat la somma appena prelevata da abili borseggiatori. Il consiglio che vale per tutti i casi è di non fidarsi troppo e di tenere sempre gli occhi aperti. Queste però sono solo brutte avventure di qualche sfortunato turista, molti sono invece tutti gli altri che vivono la propria esperienza di viaggio ad Istambul senza sorprese.

A Istanbul è bene controllare sempre prima di pagare il conto al ristorante o meglio ancora chiedere prima quanto costano i piatti se non vi danno il menù e se il coperto e il servizio sono compresi. Il conto nasconde sempre una sorpresa!

Informazioni utili su Istanbul

Pronto soccorso a Istanbul

  • American Hastanesi - Güzelbahçe Sokak 20 Nianta; tel 0212 311 2000
  • Metropolitan Florence Nightingale Hastanesi - Cemil Asian Guder Sokak 8, Gayrettepe; tel 0212-288 3400.

Numeri di emergenza a Istanbul

  • Ambulanza tel: 112
  • Polizia tel tel: 155

Consolato a Istanbul

  • Consolato generale d'Italia a Istanbul - Tom Tom Kaptan Sokak, 15 Bogazkesen - Beyoglu; Tel (212) 2431024/25; 2525437 - 2513294

Accesso a internet a Istanbul

Gli internet point ad Istanbul sono molto diffusi in tutte le zone.

Segnaliamo nel quartiere di Sultanahmet il Cafè Turka Internet Cafè in Divan Yolu Caddesi 22/2.

Prefisso telefonico Istanbul

Il prefisso per chiamare dall'Italia Istanbul è 0216 per la parte asiatica e 0212 per quella europea. Per chiamare l'Italia da Istanbul il prefisso è 0039.

Cellulari a Istanbul

La Turchia ha la rete GSM per cui telefoni cellulari italiani funzionano a Istanbul e le tariffe dipendono dal contratto di roaming internazionale stipulato con il proprio operatore; generalmente sono alquanto care.

Documenti e passaporto per Istanbul

II cittadini italiani possono entrare in Turchia e quindi andare a Istanbul con la carta d'identità.

Lingua Istanbul

La lingua ufficiale della Turchia è il turco ma a Istanbul quasi tutti colori che lavorano a contatto con i turisti parlano inglese e spagnolo, molti anche italiano.

Valuta Istanbul

La valuta della Turchia e quindi utilizzata a Istanbul è la Nuova Lira Turca. In città sportelli bancomat e uffici di cambio sono presenti in ogni zona.

Storia di Istanbul

Fondata sul versante europeo del Bosforo dai coloni greci di Megara nel 667 a.C. con il nome di Byzántion, assunse, durante le guerre del Peloponneso, una rilevanza tale da essere contesa grazie soprattutto alla sua posizione di controllo sullo Stretto del Bosforo, molto ambita. In epoca romana la città si schierò a favore di Piscennio Nigro contro l'imperatore romano Settimo Severo che sconfisse il nemico assediando la città, distruggendola in parte e annettendola all'impero romano nel 196 d.c.L'imperatore Settimo Severo iniziò la sua opera di ricostruzione che riportò la città al suo antico splendore.

Anche l'imperatore Costantino I fu attirato da Bisanzio che decise di proclamare "Nova Roma" nel 330 e dopo poco ribattezzò come Costantinopoli. Nel 395 l'impero romano fu diviso in impero romano d'occidente e impero romano d'oriente. Per l'impero romano d'Oriente, anche chiamato impero bizantino, Costantinopoli fu scelta come capitale.

La città fu arricchita durante questo periodo di numerosi edifici e costruzioni anche di carattere ludico. La ricchezza e il potere di Costantinopoli durarono per diversi secoli, continuando a crescere e ad espandersi e a giocare un fondamentale ruolo come zona di passaggio tra l'Asia e l'Europa, fino a diventare, già nel Medioevo, la città più grande di Europa, con circa 1 milione di abitanti. Per secoli l'Aia Sofia (Divina Sapienza), uno dei monumenti più importanti della città, risalente agli anni 532-537, fu l'edificio sacro di riferimento del mondo cristiano.

Nel 1453 Costantinopoli fu conquistata dai Turchi condotti da Maometto che la proclamò capitale dell' Impero Ottomano con il nome di Istanbul, azione che sigillò la fine dell'impero romano d'Oriente.

Istanbul anche sotto i sultani ottomani, nonostante l'Aia Sofia e altre chiese cattoliche furono trasformate in Moschee, conservò il suo splendore e la sua importanza fino alla fine dell'Impero Ottomano che fu sconfitto durante la prima guerra mondiale nel 1922. Con la nascita della Repubblica di Turchia, nel 1923, Istanbul vide sottrarsi il ruolo di capitale della Turchia a favore di Ankara e le attenzioni e i finanziamenti per anni interessarono solo la capitale. Solo dagli anni '60 iniziò una politica di rinnovamento della città di Istanbul con la costruzione di strade e la distruzione di vecchi e decadenti palazzi.

Scheda Istanbul

Nome originale:Instanbul
Altri nomi: Bisaznio, Costantinopoli
Altitudine:100 m s.l.m..
Abitanti:10.034.830
Prefisso telefonico:212 (Eur); 213 (Asia)
CAP:34010 a 34850; 80000 ad 81800

Continua la lettura nella sezione visitare Istanbul.



Visitare Istanbul vedi la mappa

  1. Moschea Blu (2 recensioni, 6 foto)
  2. Cisterna Basilica (1 recensioni, 4 foto)
  3. Aya Sofia Santa Sofia (1 recensioni, 13 foto)
  4. Palazzo Topkapi (1 recensioni, 1 foto)

Altri Visitare Istanbul | Scrivi la tua recensione su Visitare a Istanbul

Opinioni Istanbul

Istanbul: fascinosa

Lana74 di Torino, Piemonte del 29.03.2007

Voto
stars


PER ALTRE DESTINAZIONI IN TURCHIA E FOTO VISITARE IL MIO BLOG: http://turchia2007.blog.lastampa.it

Da Bursa ci sono tre vie per raggiungere Istanbul: via pullman da Bursa Terminal; via traghetto più veloce Mudanya/Yenikapi (al mattino c’è però un’unica partenza alle 7.30); via traghetto Yalova/Yenikapi (strada scelta).
Arrivati ad Istanbul, abbiamo preso un taxi per arrivare velocemente a Sultanahmet, il cuore della vecchia Istanbul, dove abbiamo pranzato, poi ci siamo diretti al Gran Bazar.
Ad agosto eravamo già venuti ad Istanbul, ma avevamo evitato il bazar un po’ perché di domenica è chiuso, un po’ perché non ci sembrava molto diverso da quello di Bursa. Devo dire che sostanzialmente ci sono due differenze: una è che i locali e i soffitti del Bazar di Istanbul sono più antichi, decorati e belli; seconda, che in quello di Istanbul ci sono molte più bancarelle con oggetti di interesse turistico, tipo souvenirs, oggetti in rame, lampade in vetro colorato, ceramiche ecc. che a Bursa non si trovano, essendo il mercato frequentato quasi esclusivamente da turchi.
Il Bazar delle spezie è poi particolarmente caratteristico, per dimensioni, colori e odori.
Abbiamo provato per curiosità ad entrare in un negozio di tappeti dove volevano vendercene uno misto seta di circa 4 mq a 750 €. Sarà poco? Sarà tanto? Prima di tornare in Italia vedrò di documentarmi.
Ad agosto eravamo già entrati all’interno di Aya Sofya, della Moschea blu e della cisterna basilica, mentre ci mancava la via e il quartiere Taksim, che si trova in una parte di Istanbul più alta, raggiungibile a piedi con una lunga e suggestiva passeggiata che parte dal ponte di Galata, il confine fra Europa ed Asia.
Anche se meno che in estate, Istanbul è una città frequentatissima, veramente piena di gente. Al mercato, nelle strade, sulle rive del Bosforo, è tutto un brulicare di auto, pedoni, bancarelle, lucida scarpe e ambulanti urlanti. Veramente particolari i pescatori che accostano la barca alla sponda, attrezzano sul momento alcuni tavolini portatili con sgabelli e iniziano a cucinare e vendere direttamente dalla barca l’“ekmek balik”, un appetitoso panino contenente una sogliola grigliata, insalata verde, cipolle e pomodori a 3 YTL (cioè 1,64 € circa). Altrettanto diffuse le bancarelle di frutta secca, tipo pistacchi e noccioline che in Turchia piacciono e spopolano.
La via che sale a Taksim è piena di negozi e locali aperti fino a tardi, piena di persone vestite anche parecchio strano, con addobbi di luci colorate tipo Torino a Natale.
Domenica: l’albergo che abbiamo scelto per passare la notte (dove tra l’altro abbiamo ricevuto la piacevole visita della micia di casa che la sera è venuta a miagolare alla porta…) serve una fantastica colazione turca (the o caffè, olive, formaggi, involtini di pastasfoglia, uova, verdure e frutta, dolci…) ma volendo anche europea, con vista Bosforo. Queste colazioni che sembrano pranzi sono il modo migliore per iniziare la giornata.
Dato che il tempo era più nuvoloso del sabato, abbiamo deciso di visitare il Palazzo Topkapi, altra meta che ad agosto avevamo lasciato in sospeso dato che per prendere il biglietto c’era una coda lunghissima. Dal 1453 al 1839 il palazzo Topkapi è stato adibito a residenza dei sultani che hanno continuato ad ampliarlo nei secoli. L'edificio è caratterizzato da 4 corti che consentivano di accedere alle varie parti del palazzo. Alla prima corte detta Corte dei Giannizzeri potevano accedere tutti. Nella seconda corte, riservata agli alti funzionari, si svolgevano le assemblee in cui venivano discussi gli affari di stato. Vicino alla seconda corte si trova l'harem, una cittadella nella quale vivevano alcune centinaia di persone. Nella terza corte il sultano seduto su un prezioso trono riceveva i doni che gli ambasciatori di tutti i paesi gli offrivano.
A fianco della terza corte si incontrano le stanze del tesoro imperiale che custodiscono molti oggetti rifiniti in oro ed argento tempestati da rubini, smeraldi, perle e diamanti. La quarta corte è costituita da giardini e da chioschi e si trova nella parte più alta del palazzo. Da qui si gode una vista panoramica sul Bosforo. Se il gruppo di turisti è numeroso, presumo converrebbe farsi accompagnare da una guida in persona di quelle che si autopropongono all’ingresso in quasi tutte le lingue, ma per due persone sole è più economico affittare l’audioguida a 10 YTL.
Dato che avevamo già mangiato parecchio a colazione, abbiamo pranzato velocemente con un “tavuk durum” in un chiosco e quindi abbiamo continuata la passeggiata, fino alla torre di Galata (Galata Kulesi) che è una costruzione genovese del 1348, che si eleva a 62 m dal suolo.
Da lì abbiamo continuato a girare per la città facendo una sosta su un caffè del Bosforo (tra l’altro ho notato che nell’acqua, vista da vicino, ci sono tantissime meduse) e quindi lungo le mura della città, fino all’imbarco dei traghetti Yenikapi da cui eravamo arrivati e siamo ripartiti.

PER ALTRE DESTINAZIONI IN TURCHIA E FOTO VISITARE IL MIO BLOG: http://turchia2007.blog.lastampa.it


Trovi utile questa recensione?




Notizie e idee viaggi e vacanza in Istanbul

Istanbul porta d’Oriente
La città di Istanbul è carica di storia ed è anche un continuo via vai di persone e di vita in perenne fermento. Le sue atmosfere soffuse, il fascino...

Altre notizie Istanbul

Sei stato a Istanbul?

Racconta il tuo viaggio a Istanbul, pubblica le foto e condividile coi tuoi amici e i viaggiatori di Voiaganto

Sono stati a Istanbul

cembalsun
vive a Istanbul. Iscritto dal 28/12/2011
Recensioni di cembalsun a Istanbul



miragiu
vive a Gorizia. Iscritto dal 16/03/2007
Recensioni di miragiu a Istanbul



pequena75
vive a Milano. Iscritta dal 12/12/2007
Recensioni di pequena75 a Istanbul



Altri utenti che sono stati a Istanbul



Chi siamo | Contattaci | Pubblicità

© 2011 Voiaganto tutti i diritti riservati - Trilud SpA - P.iva: 13059540156

Voiaganto, supplemento alla testata giornalistica NanoPress registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08

Condizioni di utilizzo di Voiaganto, Informativa sulla privacy Informativa cookie