Home > Guida Viaggi > Europa > Guida viaggi Spagna

Spagna, viaggi e vacanze

spagna

La Spagna, terra di sole e musica, tradizioni e modernità, patria della corrida e della paella, fa parte insieme al Portogallo della penisola Iberica, si trova nell'Europa meridionale ed è bagnata ad ovest dal Mar Mediterraneo e a sud dall'oceano Atlantico. Si estende lungo una superficie di 504.645 km² con una popolazione di 45.116.894 abitanti ed ha come capitale Madrid. La forma di governo della Spagna è la monarchia parlamentare: l'attuale re è Juan Carlos I e il primo ministro è José Luis Rodríguez Zapatero.

Indice

Storia

Fin dall'antichità il territorio spagnolo è stato preso di mira da diverse popolazioni: i Celti furono la prima popolazione che vi si insediò intorno al IX sec a.c. Fu poi la volta di Fenici, Greci e Cartaginesi, fino all'epoca della colonizzazione romana che diffuse in Spagna la civiltà e la lingua latina. Dopo la fine dell'impero romano arrivarono i Vandali che diedero vita ad un regno in Andalusia e poi i Visigoti che si estesero lungo tutto il territorio spagnolo scegliendo il cattolicesimo come propria religione.

Nel '700 giunsero gli Arabi la cui dominazione è testimoniata magnifici esemplari di architettura che gli islamici hanno lasciato agli spagnoli in eredità. Gli Arabi però non riuscirono mai a conquistare le parti montuose e grazie a questo loro punto debole, gli Spagnoli diedero il via alla famosa Reconquista mandando via tutti gli invasori dalla loro terra fino a creare una nazione unita alla fine del 1400, grazie al matrimonio tra Isabella, principessa di Castiglia e Ferdinando, erede al trono di Aragona, esponenti delle due potenze principali della Spagna Cristiana.

La Spagna, patria di esploratori e conquistatori, in seguito alla scoperta dell'America, riuscì a creare un immenso impero coloniale senza eguali finchè le colonie, dopo oltre 3 secoli, riuscirono a rendersi indipendenti anche a causa della partecipazione della Spagna a guerre che la indebolirono portandola al declino. La fine dell'impero spagnolo fu segnata dalla guerra ispano-americana del 1898. Durante il XX sec. si susseguirono numerose vicende che apportarono tutt'altro che benefici: nel 1923 il generale Miguel Primo de Rivera si autodichiarò dittatore militare e resistendo al potere fino 1930. Nel 1931 in seguito alla fuga di re Alfonso XIII fu abolita la monarchia e dichiarata la Seconda Repubblica che però caratterizzata tra gravi contrasti tra la maggioranza di sinstra e la minoranza di destra che condussero nel 1936 alla guerra civile durata fino al 1939 vinta dai nazionalisti guidati da Francisco Franco che si proclamò dittatore della nazione e vi governò per 35 anni fino alla sua morte nel 1975, anno in cui terminò la dittatura e nacque la democrazia. Durante la dittatura la Spagna fu costretta all'embargo, fu esclusa dalla Nato e dalle Nazioni Unite con conseguente arresto della crescita economica fino agli anni '50 in cui il boom turistico ed un accordo con gli Stati Uniti la aiutarono a risollevarsi.

Nel 1978 venne nacque la nuova Costituzione per cui la Spagna è diventata una monarchia costituzionale ereditaria, in cui il potere legislativo è affidato al Parlamento.

Geografia e aree turistiche

La Spagna, confinante a ovest con il Portogallo e a est con la Francia, è suddivisa in 17 regioni autonome (comunidades autonomas) più due città indipendeti nel continente africano, Ceuta e Melilla, reminiscenze dell'antico impero coloniale spagnolo. Gibilterra invece, in territorio spagnolo, è attualmente una colonia inglese.

In Spagna si possono distinguere 3 macro aree geografiche: l'altopiano della Meseta, attraversato da catene montuose, le catene settentrionali (i pirenei e la Cordigliera Cantabrica) e il Sistema Betico, formato da catene montuose come la Sierra Nevada.

La Spagna con i suoi diversi scenari e infinite opportunità di divertimento e svago, mette d'accordo tutti. Una vacanza in Spagna riesce ad accontentare i gusti di ognuno, ad andare incontro ad esigenze diverse, anche dal punto di vista economico. Chi opta per un tour della Spagna verrà piacevolmente sorpreso da una nazione che in ogni area regala emozioni e scenari molto differenti.

Molte infatti sono le aree e le regioni della Spagna di una certa rilevanza turistica.

Catalogna

Al confine con la Francia la Catalogna (o Cataluña o Catalunya) è una delle regioni della Spagna che richiama più turisti, molti anche stranieri, attratti dal mare della Spagna, dall'arte e dalla cultura e soprattutto in estate dal divertimento della costa. Barcellona, capoluogo della Catalogna, è senz'altro la città più visitata della regione. Anche Gerona (Girona) negli ultimi anni, grazie ai sempre più numerosi voli che ospita il suo aeroporto, sta notando una crescita del numero di visitatori. E' una città piccola e tranquilla ma affascinante, vale la pena trascorrervi una giornata. Gli appassionati di arte non possono perdersi l'occasione di visitare il Museo di Dalì a Figueres, non lontano da Girona. Tutti coloro che organizzano le proprie vacanze in Spagna in cerca di mare e divertimento, si recano nelle famose località della Costa Brava come Lloret de Mar, Calella, Santa Susanna, Cadaquès, e Playa de Aro. Gli aeroporti pià importanti della Catalogna sono quello di Barcellona e quello di Gerona.

Paesi Baschi

Al nord della Spagna anche la regione dei Paesi Baschi, il cui capoluogo è Victoria, richiama numerosi turisti soprattutto attirati dall'eclettica città di Bilbao e dall'incantevole San Sebastian con la sua movida e le sue spiagge. L'areoporto più comodo per raggiungere i Paesi Baschi è quello di Bilbao.

Comunidad autonoma de Madrid

Madrid, al centro della Spagna, capitale della nazione nonchè della Comunidad autonoma de Madrid, è un'altra delle città più visitata della Spagna, famosa per i suoi musei di arte ma anche per la movida (movimentata vita noturna), nata proprio nella capitale in seguito alla fine della dittatura. Di notevole interesse turistico è anche la vicina Toledo. L'aeroporto Barajas di Madrid è il più importante scalo della Spagna.

Comunidad Valenciana

Valencia (Valenza o Valenzia) è la terza città della Spagna per numero di abitanti ed è capoluogo della Comunidad Valenciana che vanta numerose attrazioni e richiama milioni di turisti all'anno. Molti si riversano sulle coste valenciane in cerca di una vacanza di mare e divertimento in Spagna scegliendo famose località come Benidorm, considerata la Rimini della Spagna. Tantissimi anche i visitatori di Valencia famosa per la città dell'arte e della scienza. e di Alicante sulla costa Blanca. La Comunidad Valenciana è facilmente raggiungibile grazie all'areoporto di Valencia.

Andalucia

Chi ama l'arte, la storia, l'architettura e la buona cucina non resterà deluso dalla Spagna e soprattutto dall'Andalusia (o Andalucia), regione al sud della Spagna che vanta molte località affascinanti, ricche di testimonianze della dominazione araba, nonchè uno splendido mare e alcune delle spiagge più belle della Spagna. Capoluogo dell'Andalusia è la meravigliosa Siviglia (Sevilla), una città che resta nel cuore. Non meno belle Granada, famosa per l'Alhambra e Cordova sulle rive del Guadalquivir con la sua splendida Mezquita (la Moschea). Sempre più numerosi gli appassionati di golf che invece si recano nella zona tra Marbella e Malaga, la famosa Costa del Sol, area disseminata di esclusivissimi campi da golf o gli amanti degli sport acquatici come surf e kit surf che si riversano sulla Costa de la Luz sull'Atlantico, nella zona di Tarifa. L'Andalucia ha numerosi aeroporti tra cui l'aeroporto di Siviglia, l'aeroporto di Malaga, l'aeroporto di Almeria, l'aeroporto di Granada.

Isole

Chi ama la natura invece preferisce le Isole Baleari e le Isole Canarie che offrono spiagge incantevoli, mare cristallino e paesaggi mozzafiato. Chi cerca invece divertimento sfrenato non può non vivere almeno una volta nella vita l'esperienza di una notte folle nell'Isola di Ibiza. Tutte le isole Canarie hanno un aeroporto, per le Baleari gli aeroporti più grandi sono quello di Ibiza e di Palma de Mallorca.

La Spagna si fa amare, ogni zona, ogni area, ogni città ha un fascino diverso e unico.

Tutto questo insieme alla capacità degli spagnoli ha avuto come conseguenza una crescita esponenziale e irrefrenabile del turismo in Spagna negli ultimi 30 anni. Nel 2007 52 milioni di persone hanno organizzato un viaggio in Spagna.

Come arrivare

Aereo

Il modo più veloce per raggiungere la Spagna dall’Italia è senz’altro l’aereo. La compagnia di bandiera spagnola Iberia e quella italiana Alitalia, assicurano una copertura sulla maggior parte delle località spagnole (molte con scalo): Madrid, Barcellona, Bilbao, Valencia, Malaga, Ibiza, Valladolid, Murcia, Ibiza, Tenerife, Lanzarote, Alicante, Almeria, Palma de Maiorca, Pamplona, Santander, Santiago de Compostela, Gran Canaria, Fuerteventura, Leòn, Vigo, Victoria, Granada.

Per conoscere le tratte aeree verso la Spagna, compagnie aeree e tariffe, vai alla pagina Voli Spagna.

Treno

In alternativa al volo aereo è possibile raggiungere la Spagna in treno (collegamento diretto Milano - Torino - Barcellona. Per raggiungere la Spagna in treno, a seconda delle località da cui si parte e in cui si desidera arrivare, bisogna prevedere di fare diversi cambi. Esiste per esempio un collegamento in treno Milano-Torino-Barcellona che arriva nel capoluogo catalano in 13 ore

Il treno viaggia di notte solo alcuni giorni della settimana. Per l'andata verso Barcellona il treno viaggia il lunedì, mercoledì e venerdì; per il ritorno martedì, giovedì e domenica. Il biglietto costa circa 70 € a tratta e il viaggio dura all'incirca 11 ore da Milano. A Barcellona poi bisogna cambiare per la destinazione scelta.

Autobus

La compagnia Eurolines effettua collegamenti in autobus tra alcune località italiane e le principali città spagnole: Napoli-Barcellona, (il bus fa tappa a Roma, Firenze, Viareggio e Genova). I prezzi si aggirano intorno ai 150 € andata e ritorno. E' bene controllare il sito della compagnia perchè gli orari e i giorni di viaggio possono cambiare a seconda delle stagioni.

La stessa compagnia effettua anche collegamenti con Madrid partendo da Napoli con tappe a Firenze, Viareggio, Genova, Figueres, Girona, Lloret de Mar, Barcellona, Zaragoza; il viaggio dura all'incirca 30 ore e il biglietto costa intorno ai 145 € solo andata.

Auto e Moto

Per chi vive al nord Italia, raggiungere la Spagna in auto non è un viaggio molto lungo. Barcellona dista da Milano 979 km e Madrid 1579 km. Il viaggio è molto interessante perchè si attraversa la Francia e si costeggia il mare in molti tratti e una volta arrivati in Spagna, si incontrano paesaggi molto diversi. Il viaggio in auto è consigliato a chi intende fare un giro del paese con una permanenza di almeno una settimana/10 giorni.

Altro discorso è per chi vive al centro o al sud Italia: Roma infatti dista da Barcellona 1360 km, da Madrid 1969 km.

Per raggiungere Barcellona in auto si percorre l'autostrada italiana, quella francese e quella spagnola, tutte a pagamento. Dall'Italia si prende l'autostrada dei fiori fino in Francia dove si prosegue per 700 km fino alla Spagna; da qui inizia l'autopista del Mediterraneo fino a Barcellona. Si consiglia di procurarsi monetine per pagare l'autostrada francese, i caselli sono numerosi.

Orientativamente per raggiungere Barcellona in auto da Milano si spende al'incirca 75 € di pedaggi autostradali ed in media 91 € di carburante. Madrid circa 100 € di pedaggio e 150 € di costo carburante.

Traghetto

Esistono vari collegamenti via mare tra l'Italia e la Spagna. I traghetti per la Spagna coprono le seguenti tratte: Genova-Barcellona, Salerno-Valencia, Livorno-Barcellona e Civitavecchia-Barcellona. Il prezzo del biglietto del traghetto della tratta Genova a Barcellona si aggira intorno ai 110 € solo andata.

Quando andare

Stagioni

Il periodo migliore per visitare la Spagna è senz'altro la primavera che regala quasi sempre splendide giornate di sole. Anche l'autunno è perfetto per visitare la Spagna. Al sud e in alcune zone del centro le temperature in estate possono essere davvero insopportabili, possono infatti arrivare a sfiorare i 45 gradi. Nell'area di Bilbao e San Sebastian invece le estati sono particolarmente fresche e il mare a volte tropo freddo. In inverno invece lungo le coste del Mediterrano è raro che le temperature scendano al di sotto dei 10 gradi. Le Canarie, più vicino al continente africano che all'Europa, le temperature sono miti tutto l'anno.

Per avere più informazioni visita la pagina meteo Spagna.

Eventi e festività

La Spagna è la patria dei festaioli. Gli spagnoli amano divertirsi, adorano la danza, la musica ed ogni occasione è buona per stare insieme e festeggiare.

Infinite e disseminate per tutto il territorio le feste di tradizione popolare e i festival di musica che attirano giovani e non da tutto il mondo.

Una delle più importanti è sicuramente Las Fiestas de San Fermin che si tiene ogni anni ad inizio luglio a Pamlpona, più comunemente conosciuta come la festa dei tori. A Pamplona durante la settimana di festa si respira adrenalina, la città si trasforma e la follia diventa una regola. Molti i partecipanti stranieri alla folle corsa con i tori, molti anche quelli che finiscono male. Se qualcuno avesse intenzione di partecipare è bene chiedere consiglio ai veterani, prima di ritrovarsi un paio di corna poco piacevolmente infilzate da qualche parte! Per maggiori info visita il sito ufficiale della manifestazione [www.sanfermin.com www.sanfermin.com].

Relativamente alla Catalogna, la festa più importante della tradizione di Barcellona è la Fiestas de la Mercè, festa della matrona di Barcellona che cade il 24 settembre. E' una festa popolare, le cui iniziative sono ospitate in spazi pubblici: musica, concerti, e balli tradizionali centrati sulla cultura mediterranea che ogni anno intrattengono in tutta Barcellona un numero incredibile di persone. La festa della Mercè dell'anno 2007 ha visto circa 1.600.000 partecipanti. Da non perdere!

Altra festività tipica catalana è il 23 aprile, festa del libro e delle rose, giorno di San Jordi (San Giorgio in catalano) patrono della Catalogna, che secondo la leggenda sconfisse un drago e dal cespuglio germonato dal suo sangue colse una rosa che regalò alla principessa liberata. Dalla leggenda è nata l'abitudine dei ragazzi catalani di regalare una rosa alle ragazze che li ringraziano regalando loro un libro.

Imperdibile anche la Feria de Abril, a Sevilla (Siviglia), ritenuta da molti una delle più belle città della Spagna. La festa, come si evince dal suo nome, si tiene ad aprile, e nel 2008 si festeggia da 8 al 13 aprile. La Feria de Abril risale al 1846 e da allora è diventata la festa più emblematica della città andalusa. Dietro Plaza España si estende una finta città fatta di casetas appartenenti a famiglie benestanti che durante la festa invitanto amici e partenti a assaggiare le prelibatezze preparate da loro, piatti tipici e a bere manzanilla al suono della sevillana. La città poi è disseminata di corride, parate spettacoli ed eventi.

La festività tradizionale più importante di Madrid è il 15 marzo, Sant'Isidro, patrono della capitale spagnola nonchè protettore dei contadini e lavoratori. Le attività organizzate per San Isidro sono numerose: artisti da strada, spettacoli, concerti. Molti i madrileños che si recano al Parco di Sant'Isidro per mangiare un cocido (piatto della tradizione madrileña) all'aria aperta, fare visita alla cappella di Sant'Isidro e bere l'acqua purificatrice della fonte del Santo. La colonna sonora di questa giornata è il Chotis, danza tradizionale di Madrid, ballato con uguale passione da giovani ed anziani.

A Valencia idal 15 al 19 marzo si celebra la festa de Las fellas, Falò di San Giuseppe: la città è animata da esposioni e da fuochi di artificio durante tutta la giornata fino all'ultimo giorno della festa quando viene allestito un grande falò in cui vengono bruciate statue allegoriche che si chiamani appunto Fallas.

Se invece siete in giro nelle due settimane centrali del mese di agosto in Spagna, e vi incuriosisce l'Andalucia, non potete perdevi la Feria de Agosto in Malaga, quando la città si trasforma e invita tutti, cittadini e non, a fare festa nelle stardine del centro storico dove vengono allestiti banchetti per bere e mangiare. I malagueños iniziano a bere e festeggiare fin dalle prime ore del mattino e concludono la serata in una zona fuori della città dove viene allestito per l'occasione una specie di luna park e una discoteca discoteca con la musica a volume altissimo fino all'alba. Siete pronti poi per ricominciare?

Negli ultimi anni la Spagna è anche diventato teatro di numerosi festival di musica elettronica tra cui il più importante è senz'altro il Sonar che attira giovani e giovanissimi da tutto il mondo e che si tiene ogni anni a Barcellona nel mese di giugno.

Abbigliamento e bagagli

A parte l'abbigliamento adeguato a seconda della stagione in cui si organizza il viaggio in Spagna (nei mesi di novembre, dicembre, gennaio e febbraio bisogna portare abbigliamento invernale), è consigliato portare una borsa o un marsupio per gli oggetti di valore da poter nascondere sotto gli indumenti. I furti e gli scippi soprattutto a Madrid e a Barcellona sono all'ordine del giorno.

Usi e costumi

Una nazione così vasta e con ambienti così diversi ha per forza di cose un tipo di popolazione caratterizzata da forti diseguaglianze che variano da regione a regione, soprattutto da nord a sud. Molto diversi per esempio sono i Catalani, dal carattere un pò freddo e distanti (nell'immaginario collettivo spagnolo sono anche taccagni) dagli Andalusi, allegri e coinvolgenti. Tuttavia si possono fare alcune generalizzazioni: gli spagnoli sono famosi per il loro modo unico di vivere la vita, all'insegna della festa, dello stare insieme e della musica che fa parte del loro dna. Il calendario spagnolo è pieno zeppo di festività che hanno origine religiosa o pagana e, come se non bastasse, a queste si aggiungono normali occasioni di festeggiamento come compleanni anniversari e celebrazioni varie che nessuno spagnolo farebbe mai passare inosservate. Soprattutto nelle città la gente (e non solo i giovani) è abituata ad uscire fino a tardi, spesso fino all'alba.

E' necessario sottolineare inoltre che gli orari spagnoli sono spostati in avanti rispetto all'Italia. Soprattutto in Andalusia e nelle regioni del sud della Spagna si cena dopo le 22, si và a bere qualcosa in qualche bar fino alle 2.00 e poi si và a ballare fino all'alba, e anche oltre.

Avvertenze e consigli

La Spagna è una nazione abbastanza sicura, difficile che capiti ai turisti qualche spiacevole episodio. Gli unici rischi a cui il visitatore troppo spesso è sottoposto sono gli scippi e i furti, soprattutto a Madrid, Barcellona Valencia e Siviglia ma anche in altre località molto turistiche.

Il consiglio sempre valido in queste occasioni è quello di non tenere in vista i propri oggetti di valore e di nasconderli piuttopsto in un marsupio da tenere sotto gli indumenti. Da evitare gli zaini, presi sempre di mira dagli abilissimi borseggiatori. Si consiglia noltre di non perdere mai di vista il proprio bagaglio anche in aeroporto o peggio in stazione.

Purtroppo la Spagna deve fare i conti con l'Eta, il terrorismo dei Paesi Baschi che lotta per l'indipendenza e che spesso in passato ha colpito con bombe soprattutto le zone turistiche. Negli ultimi anni però, se questo può consolare, l'Eta ha spostato il proprio bersaglio dirigendo le proprie attenzioni verso i rappresentanti delle istituzioni spagnole.

Informazioni utili

Sanità

Per visitare la Spagna non è necessaria alcuna vaccinazione.

Numeri di emergenza

  • Ambulanza tel: 061
  • Policia Local tel: 092
  • Policia Nacional tel: 091
  • Soccorso stradale tel: 91-5933333

Ambasciate, consolati, uffici del turismo

  • Ambasciata d'Italia in Spagna - Calle de Lagasca 98, Madrid tel: 91-4233300 tel 2: cell. emergenze 0034-619243135; sito web www.ambmadrid.esteri.it
  • Consolato generale - Calle A. de Bethencourt 3, Madrid tel: 91-5346909
  • Consolato generale - Calle Mallorca 270, Barcellona tel: 93-2106910
  • Consolato onorario - Calle Leon y Castello 281, Las Palmas (Gran Canaria) tel: 928-241911
  • Ufficio del Turismo spagnolo in Italia - Via Broletto, 30 – Milano Tel.: +39 02/72004617 e-mail: milan@tourspain.es; sito web www.spain.info/it
  • Instituto de Turismo de España - TURESPAÑA - Calle José Lázaro Galdiano, 6; Tel. 913433500; e-mail infosmile@tourspain.es

Accesso a internet

In tutta la Spagna, quasi in tutte le aeree gli internet point sono abbastanza diffusi.

Prefisso telefonico

Per chiamare l’Italia dalla Spagna (come da qualsiasi altra nazione) occorre selezionare il prefisso 0039. Per chiamare invece la Spagna dall’Italia il prefisso è 0034.

Cellulari

I cellulari italiani possono ricevere ed effettuare telefonate da o verso l’Italia da o verso la Spagna a seconda dei piani telefonici del proprio operatore e al costo del proprio piano tariffario relativamente al Roaming Internazionale

Documenti e passaporto

Tra l'Italia alla Spagna, in seguito all'accordo di Schengen, non esistono frontiere per cui non è necessario neanche esibire la carta d'identità, che resta comunque obbligatoria se si viaggia in aereo. Ricordiamo comunque che è obbligatorio portarsi sempre dietro un documento di riconoscimento.

Lingua

Lingua ufficiale della Spagna è lo spagnolo o castigliano, tuttavia alcune regioni, oltre allo spagnolo hanno un'altra lingua ufficiale. In Catalogna per esempio il catalano viene studiato e parlato nelle scuole, uffici, università. Esistono anche mass media come tv e quotidiani in lingua catalana. Il basco è la lingua ufficiale dei Paesi Baschi ed è parlato anche nelle province Basche e Navarra. In Galizia invece si parla il gagliego. Il valenciano, parlato nella provincia di Valencia, è simile al catalano. Nelle località turistiche è facile trovare qualcuno che parla inglese.

Valuta

La moneta della Spagna è l'Euro. Non è difficile trovare banche con sportelli bancomat.

Fuso orario

L'orario della Spagna è lo stesso dell'Italia, tranne quello delle Isole Canarie, vicino all'Africa, che è un'ora indietro rispetto all'orario spagnolo.

Prese elettriche

La tensione elettricain Spagna è di 220 volt ma in alcuni posti è ancora a 125 V o 110 V. La frequenza Hz e le spine elettriche sono di tipo C, E ed F.


Spina e Presa C

Spina e Presa C-Eurospina

Spina e Presa E

Spina e Presa F


Scheda paese

Nome originale:Reino de España
Altri nomi:España
Capitale:Madrid
Forma di governo:Monarchia parlamentare
Superficie:504 645 km²
Lingua:Castigliano
Abitanti:45 116 894
Nome abitanti:Spagnoli (Españoles)
Densità popolazione:89,3 ab./km²
Prefisso telefonico:0034
Sigla automobilistica:E


Continua la lettura nella sezione visitare Spagna.



Notizie e idee viaggi e vacanze in Spagna

Capodanno 2010: crociera per single e divertimento sfrenato!
Siete single e sognate di passare un 31 dicembre da ricordare? La magia del Mediterraneo vi aspetta per festeggiare il Capodanno a bordo di una crociera di...
Madrid capitale della fotografia
In questi giorni a Madrid è di scena il flamenco, con il festival Suma Flamenco. Ma questo ve lo abbiamo già raccontato. Se avete colto l’occasione...
Weekend a Madrid a ritmo di flamenco
A Madrid è di scena il flamenco. Fino al prossimo 20 giugno la città si muove al ritmo caliente della danza più passionale di Spagna. E se avete in mente...
Castilla y Léon: tour enogastronomico
Storia e sapori nell’entroterra spagnolo, da Valladolid a Salamanca. Si viaggia in auto a noleggio e si dorme nei paradores, per gustare paesaggi e cucina...
Viaggio a Barcellona: si, ma dai 18 ai 29 anni!
Che ne dite di un weekend a bordo di una nave fatta solo di giovani? Magari ad un prezzo eccezionale e con un dj tutto per voi… Vi piace l’idea? Se poi...

Altre notizie Spagna

Sono stati in Spagna

fernyforner
vive a Torino. Iscritto dal 12/06/2008
Recensioni di fernyforner a Barcellona...



Paoletto81
vive a Pisa. Iscritto dal 12/12/2007
Recensioni di Paoletto81 a Siviglia, Granada, Girona...



delfino1
vive a Reggio Emilia. Iscritto dal 19/10/2009
Recensioni di delfino1 a Barcellona...



Altri utenti che sono stati in Spagna

Forum Spagna

Partecipa alla discussione

Viaggio a barcellona

(1 risposta, 1:35 PM Lug. 6, 2008)

Ristorante romantico santander

(0 risposte, 10:19 AM Gen. 16, 2008)

Dove mangiare bene a madrid

(0 risposte, 7:14 PM Giu. 6, 2007)

Consigli su Madrid

(0 risposte, 6:23 PM Giu. 6, 2007)

Discoteche a madrid

(1 risposta, 6:05 PM Giu. 6, 2007)

Altre discussioni       Apri una nuova discussione



Chi siamo | Contattaci | Pubblicità

© 2011 Voiaganto tutti i diritti riservati - Trilud SpA - P.iva: 13059540156

Voiaganto, supplemento alla testata giornalistica NanoPress registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08

Condizioni di utilizzo di Voiaganto, Informativa sulla privacy Informativa cookie