Home > Guida Viaggi > Europa > Regno Unito > Guida viaggi Inghilterra

Inghilterra, viaggi e vacanze

inghilterra

L’Inghilterra è la principale regione del Regno Unito (UK) che si compone anche di Scozia, Galles, Irlanda del Nord, oltre che di vari possedimenti sparsi nei cinque continenti, residui del vecchio impero. Situata nella parte nord-occidentale del continente europeo, meno estesa dell'Italia ma quasi altrettanto popolata, l’Inghilterra (nome con cui si indica comunemente l’intero UK) ha un clima relativamente mite grazie all’influenza della Corrente del Golfo (alle stesse latitudini il Canada ha un clima quasi polare).

Un viaggio in Inghilterra è un’esperienza che ogni anno coinvolge milioni di persone. Il turismo in Inghilterra si sviluppa in molteplici direzioni: c’è chi va per studiare l’inglese in Inghilterra (o per una vacanza-studio in Inghilterra); chi per visitare le città d’Inghilterra (Londra, Manchester, Newcastle, ecc.); chi non vuole perdersi le manifestazioni e gli eventi internazionali che si tengono in Inghilterra; chi va a cercare lavoro in Inghilterra o decide di trasferirsi e di andare a vivere in Inghilterra (numerose sono le colonie di stranieri, soprattutto a Londra: italiani, russi, indiani, ecc.); e c’è infine anche chi vuole a tutti i costi vedere una volta nella vita la regina d’Inghilterra, suo figlio Carlo d’Inghilterra e i suoi nipoti (i figli della tanto compianta principessa Diana) William d’Inghilterra e Harry. Il paese non possiede grandi meraviglie naturali (la natura in Inghilterra ha subito pesantemente l’intervento dell’uomo, i boschi che anticamente la ricoprivano sono stati tagliati secoli fa); la sua principale attrazione consiste nell’essere, insieme agli USA, il centro politico, economico, culturale del pianeta. Il mondo intero converge sull’Inghilterra ed in particolare sulla sua capitale.

Da non perdere

  • Farsi fare un ritratto da un artista di strada a Piccadilly Cyrcus.
  • Il cambio della guardia a Buckingham Palace.
  • Visitare le famose “bianche scogliere di Dover”.
  • Una bevuta in un tipico pub inglese, non quelli pieni di turisti, a Londra, ma quelli autentici, in provincia.


L’Inghilterra, e la sua capitale Londra in primo luogo, è il paese che più fa tendenza. Si dice che la capitale del mondo sia Nylon (New York + London). Si viaggia in Inghilterra per avere la sensazione di trovarsi al centro.

Indice

Geografia e aree turistiche

La Gran Bretagna è un’isola dal profilo costiero molto articolato. La linea costiera è estremamente frastagliata e spesso penetra profondamente all’interno con gli estuari (es. il Tamigi) o con i cosiddetti Firth (es. il Firth of Forth), offendo una grande quantità di approdi naturali e di ampie penisole. Il paesaggio all’interno è piuttosto uniforme: tutta la parte sud-orientale dell’Inghilterra è pianeggiante; quella nord-occidentale presenta invece una serie di rilievi montuosi di modesta altezza, residui di catene antichissime. La copertura vegetale è costituita soprattutto da prati vasti e bellissimi, interrotti talvolta da foreste di latifoglie; più a nord, invece, si passa ai boschi di conifere, alle brughiere e infine, nelle propaggini più settentrionali, alla tundra. C’è da dire che questa vegetazione è stata in molte zone sostituita da un paesaggio industriale. L’Inghilterra è uno dei paesi più antropizzati al mondo. La natura in Inghilterra ha dovuto soccombere prima ad un’agricoltura intensiva e poi allo sviluppo industriale. Il turismo in Inghilterra non è rivolto in primo luogo ad essa. Le principali aree turistiche qui sono le città. Non mancano tuttavia zone e luoghi tali da suscitare l’ammirazione dell’amante della natura e di chi desidera trascorrere una vacanza in Inghilterra in totale relax.

Londra

Londra è una delle più grandi città d’Inghilterra e del mondo. E’ enorme. Per visitare Londra è necessario utilizzare l’estesissima linea metropolitana. In alternativa ci sono i tipici taxi inglesi, ma sono costosi (come del resto tutta la città). I luoghi d’interesse turistico sono tantissimi e non è il caso di elencarli tutti. Basti ricordare: il British Museum (il maggior museo d’Inghilterraa), la National Gallery, Buckingham Palace, il St. James Park, Piccadilly Cyrcus, il Rosen Garden, la London Tower, il London Bridge, il Globe Theatre e tanti altri. E’ il cuore del turismo d’Inghilterra e mondiale. Ma il suo fascino, più che nelle testimonianze storiche, sta nel suo essere cool, nell’essere il centro di tutte le mode, le tendenze e di tutto ciò che di nuovo viene al mondo.

Newcastle-upon-Tyne

Situata nel nord-est del paese, sorge sulle rive del fiume Tyne, in prossimità della costa del Mar del Nord. Città per lo più industriale, è però anche un importante centro turistico. Sede della Northern Symphony Orchestra e del Royal Theatre (uno dei più importanti d’Inghilterra), la sua principale attrazione è il castello edificato nel XI sec. da Guglielmo il Conquistatore e la cittadina medievale fatta di strette viuzze che si sviluppa intorno ad esso. Da tener presenti sono anche i festival e i numerosi eventi internazionali che si tengono ogni anno in città. Grandi e belli sono i parchi cittadini; Newcastle possiede anche uno dei più grandi stadi d’Inghilterra, e rilevante è il ruolo della sua squadra all’interno della vita cittadina.

Durham

A Durham si trova una delle più grandi e bella cattedrali d’Inghilterra. La piccola cittadina sorge su di un ripido promontorio delimitato quasi interamente dal fiume Wear ed è dominata dalla maestosa cattedrale normanna che sorge sulla cima della collina. A fianco s’eleva il castello normanno e l’University College. La cattedrale sembra scavata nella roccia, nessuna al mondo ha un impatto sul visitatore come l’ha questa.YorkYork è una delle più antiche e storicamente più importanti città d’Inghilterra. Antica colonia romana, ha svolto per secoli il ruolo di “capitale del nord” ed è stata al centro della storia inglese durante il periodo romano e quello medievale, fino in età normanna. Possiede una spettacolare cattedrale gotica (la più grande d’Inghilterra), grandi mura medievali, un labirinto di strade storiche che ne fanno il luogo ideale per chi voglia rivivere dall’interno il medioevo inglese.

Canterbury

Città del sud dell’Inghilterra, a pochi chilometri da Londra lungo la strada per Dover, è la sede del primate della chiesa anglicana e la capitale religiosa del paese. La sua importanza turistica è legata alla sua imponente cattedrale gotica, sede dell’arcivescovo, e ai vari edifici religiosi (chiostri, battisteri, biblioteche) che la circondano.

Bath

Città a sud di Londra, fondata dai romani in prossimità di importanti fonti termali, è diventata un importante luogo di villeggiatura dapprima per l’aristocrazia inglese e in seguito anche per il turismo di massa.

Oxford e Cambridge

Situate a nord-ovest di Londra, sono le sedi delle più importanti università d’Inghilterra. Risalenti entrambe al medioevo, la loro parte storica si compone delle decine di college e di biblioteche ospitate tutte in splendidi edifici medievali in stile gotico. Entrambe le città sono concepite come un unico generale studium, dove il solo genere di vita è quello universitario. Frequentate da studenti di tutto il mondo, sedi dei più prestigiosi college d’Inghilterra, formano la classe dirigente sia dei paesi occidentali sia di quelli in via di sviluppo. Una visita in queste città è quel che serve a un italiano per farsi un’idea di cosa sia una vera università.

Il Lake district national park

Situato nel nord-ovest dell’Inghilterra, tra i monti del Cumberland, è il principale parco nazionale d’Inghilterra ed una delle più importanti attrattive naturali dell’isola. La zona unisce modeste ma scoscese montagne attraversate da valli a U, ricche dei più bei laghi d’Inghilterra, tra cui il Windermere, il Grasmere, il Thirlmere, l'Ullswater, il Wastwater e il Coniston Water, tanto belli da spingere il grande poeta inglese W. Wordsworth a scriverne già nel 1810 una guida e da proporli come area protetta. Anche la fauna del Lake District è ricchissima e comprende aquile reali e pesci rari tra i quali due specie di coregone e il salmerino.

Stonehenge

Stonehenge è il più importante sito archeologico d’Inghilterra. Si tratta di un grande anello di enormi massi squadrati che sostengono, in coppia, giganteschi monoliti; l’intero complesso è poi circondato da un fossato esterno. I massi sono disposti secondo il movimento dei corpi celesti, ma della loro funzione gli archeologi non hanno ancora saputo dar conto: l’ipotesi più plausibile è che si tratti di un luogo religioso di origine pre-celtica e pre-indoeuropea, dove si tenevano cerimonie in corrispondenza dei solstizi di primavera e d’autunno. Ogni anno è visitato da milioni di visitatori affascinati dall’idea che uomini primitivi potessero scavare e spostare per centinaia di chilometri massi così grandi.

Cornovaglia

La Cornovaglia è l’estrema punta meridionale dell’Inghilterra. E’ una delle zone economicamente più arretrate del paese, e proprio per questo una delle più belle. Abitata per lo più da villaggi di pescatori, con un’economia legata soprattutto alla pesca, all’agricoltura e alla pastorizia, è il luogo ideale per visitare l’Inghilterra più tradizionale. Qui la natura è ancora incontaminata, le scogliere a picco sul mare offrono paesaggi suggestivi, numerosi sono i resti dell’Inghilterra preistorica (monoliti e menhir), antica e medievale (Re Artù è di queste parti e Tristano era nipote del re di Cornovaglia) Per finire, ciò che non guasta, più scarso è il flusso di turisti (per lo più surfisti e velisti che approfittano delle adattissime spiagge).

Per maggiori informazioni visita la sezione visitare Inghilterra

Come arrivare in Inghilterra

Trattandosi di un’isola, il modo più facile di raggiungere l’Inghilterra dall’Italia è via aereo. La costruzione del tunnel sotto la Manica ha reso tuttavia più semplice raggiungerla sia in auto che in treno, e di evitare i traghetti che fanno la spola tra Francia e Inghilterra.

Aereo per l'Inghilterra

Dall’Italia un volo per l’Inghilterra impiega dalle due alle tre ore. I collegamenti tra Italia e Inghilterra sono numerosissimi: voli per Londra partono da tutti i principali aeroporti italiani (Heatrow, Stansted per quelli low-cost); voli diretti dall’Italia partono anche per tutti i principali aeroporti in Inghilterra: East Midlands, Liverpool, Manchester, Birmingham, Bristol, Leeds, Manchester, Birmingham, Newcastle. Per conoscere le tratte dei voli Italia-Inghilterra e per trovare i voli economici per l'Inghilterra e quelli delle compagnie di bandiera visita la pagina voli Regno Unito

Treno per l'Inghilterra

Il tunnel della Manica ha reso possibili i collegamenti tra Italia e Inghilterra in treno. Non si tratta di collegamenti diretti, perché è necessario utilizzare i TGV francesi e cambiare a Parigi. Un viaggio in treno in Inghilterra dall’Italia può durare tra le 18 e le 26 ore, a seconda del luogo di partenza e di destinazione. La tratta Roma-Londra, ad esempio, viene percorsa mediamente in 20 ore ed ha un costo medio (in seconda classe, sola andata) di 200-220 euro. Per maggiori informazioni sulle tratte e le tariffe dei treni per l'Inghilterra visita il sito Bahn

Auto e Moto in Inghilterra

L’itinerario più veloce tra Italia e Inghilterra su strada passa attraverso la Svizzera (San Gottardo, Basilea) e la Francia (Strasbourg, Boulogne, fino a Calais dove s’imbocca il tunnel). La lunghezza può variare tra i 1500 e i 2500 chilometri: da Roma a Londra ad esempio il viaggio è lungo circa 1800 chilometri e comporta una spesa totale (carburante, pedaggi, ecc.) che si aggira sui 280 euro. Si ricordi inoltre che in Inghilterra si guida tenendo la sinistra.

Quando andare in Inghilterra

Il clima dell’Inghilterra è oceanico, piuttosto piovoso (soprattutto sul versante occidentale) ma mitigato dalla corrente del Golfo. La stagione migliore per visitare l’Inghilterra è certamente l’estate, quando le piogge diminuiscono, le temperature sono piacevoli e le giornate, a causa della latitudine, incredibilmente lunghe (tra la fine di giugno e l’inizio di luglio non fa buio prima delle 23:00; in Scozia non prima dell’una di notte).

Avvertenze e consigli per un viaggio in Inghilterra

E’ diffusa la voce che gli inglesi siano razzisti nei confronti degli italiani (e che uscire la notte, soprattutto durante il fine settimana, per un italiano sia pericoloso). Si tratta di una voce sostanzialmente infondata, l’Inghilterra è uno dei paesi più aperti verso gli stranieri, ma tenersi lontani dagli stadi e dagli hooligans durante le partite o dopo non è un’idea del tutto sbagliata.Un altro avvertimento per il turista italiano è che in nessun albergo d’Inghilterra né nelle case private troverà mai un bidé. Il popolo inglese in verità non brilla per pulizia. Nel caso si abbia bisogno di usare bagni pubblici, si pulisca meticolosamente tutto ciò che si vuole utilizzare (anche il lavandino).

Chi viaggia in Inghilterra deve infine tener presente che la mentalità inglese non è quella italiana. Il popolo inglese non sarà ligio alla legge come il tedesco (è alto nel paese l’allarme sicurezza, sia per il terrorismo che per la criminalità comune), ma sa certamente reprimere con forza chi sgarra. La polizia inglese si lascia facilmente prendere la mano, soprattutto contro ubriachi, drogati ma anche contro chiunque abbia un aspetto un po’ “disordinato”. Si faccia attenzione nei pub e nei fine settimana a stare alla larga dalle bande di balordi che vagano nelle strade per il resto deserte (soprattutto se si viaggia nella provincia inglese).

Cultura, usi e costumi Inghilterra

La cultura d’Inghilterra è una delle più ricche e importanti al mondo. Si pensi a Shakespeare e alla grande tradizione teatrale d’Inghilterra (Marlowe, Wilde, ecc.), alla letteratura (Chaucer, Donne, Milton, Defoe, Dickens, Chesterton, Orwell, solo per citare i più noti), ai tanti castelli dell’inghilterra (Newcastle, Edinburgh, ecc.), alle meravigliose residenze dell’aristocrazia, all’archeologia (il British Museum), alle gallerie d’arte (ad es. la National Gallery di Londra).

Di tutto questo glorioso passato molto è rimasto nel carattere degli inglesi e soprattutto nel loro indistruttibile patriottismo. Viaggiare in Inghilterra significa scoprire un vero e proprio culto della nazione.

Molto meno piacevole per gli italiani è la cucina dell’Inghilterra. Chi non voglia andare in uno dei numerosi (ma costosi) ristoranti italiani, è costretto a rassegnarsi a colazioni a base di carne, salsiccia, pancetta, uova e whisky e a cene altrettanto poco digeribili. A Londra si trova facilmente cucina internazionale di ogni tipo. Nel resto del paese non si mangia altro che carne, pesce, uova e patate. Frutta e verdura sono rare perché costose. Pasta e pizza è meglio lasciarle perdere. L’alimento preferito dagli inglesi del resto è l’alcol.

Informazioni utili per l'Inghilterra

Abbigliamento e bagagli per un viaggio in Inghilterra

Anche in estate in Inghilterra è utile portarsi dietro indumenti pesanti, giacconi e ombrelli. Per quanto riguarda i bagagli, si tengano presenti le nuove regole adottate in seguito all’allarme terrorismo: in particolare è sconsigliabile trasportare liquidi o gel all’interno del bagaglio a mano, in quanto potenziali armi terroristiche. Il dipartimento inglese per la sicurezza dei trasporti raccomanda caldamente di attenersi alle disposizioni delle compagnie aeree.

Sanità in Inghilterra

In Inghilterra non sono presenti emergenze sanitarie di particolare gravità (a parte quella della mucca pazza che dovrebbe essere stata sconfitta). Il paese è dotato di uno dei migliori sistemi sanitari nazionali al mondo, l’ NHS, che offre assistenza gratuita ai cittadini italiani e a quelli di gran parte dell’UE. Si ricordi perciò di portare con sé la propria tessera sanitaria, meglio se si possiede la TEAM (tessera europea di assistenza malattia).

Numeri di emergenza in Inghilterra

  • 999 è il numero unico di soccorso.

Enti e uffici del turismo in Inghilterra

  • British Tourist Authority (Ente Nazionale Britannico per il Turismo) in Italia via Nazionale 250 00184 Roma
  • London Tourist Board, Victoria Coach Station, London

Accesso a internet in Inghilterra

Internet in Inghilterra è molto più diffuso che in Italia. Numerosi ed economici sono gli Internet café, gli Internet point, ecc. Postazione per l’accesso ad internet (a pagamento) sono presenti anche all’interno della maggior parte degli alberghi d’Inghilterra.

Prefisso telefonico Inghilterra

Per chiamare dall’Italia all’Inghilterra occorre selezionare il prefisso dell’Inghilterra 0044Per chiamare dall’Inghilterra all’Italia occorre selezionare il prefisso dell’Italia 0039

Cellulari in Inghilterra

I cellulari GSM funzionano in Inghilterra ancor meglio che in Italia. Per chiamare in Italia è però molto più conveniente fare uso di schede telefoniche prepagate.

Lingua in Inghilterra

La lingua ufficiale è l’inglese. Nel Galles e nell’Irlanda del Nord sono usati anche dialetti celtici. La possibilità che un inglese capisca l’italiano è scarsa, ma si tenga conto dell’altissimo numero di italiani residenti in Inghilterra (soprattutto a Londra) o che vi si recano per turismo, lavoro, studio.

Valuta in Inghilterra

La moneta dell’Inghilterra è la sterlina (1 sterlina = 100 pence). 1 sterlina vale circa 1,25 euro. In Inghilterra sono accettate tutte le principali carte di credito internazionali. Per la possibilità di utilizzare il bancomat con il proprio conto italiano, bisogna rivolgersi invece alla propria banca.

Fuso orario in Inghilterra

L’ora dell’Inghilterra è la stessa del meridiano di Greenwich. Quando ci si arriva dall’Italia è perciò necessario spostare indietro di un’ora le lancette dell’orologio.

Prese elettriche in Inghilterra

La tensione elettrica in Inghilterra è 240 V, e la frequenza è 50 Hz. In Inghilterra sono usate spine elettriche a tre poli di tipo G(BS 1363) e qualche volta quella vecchia di tipo D

Spina e Presa D

Spina e Presa G

Storia dell'Inghilterra

Il primo popolamento dell’Inghilterra dovrebbe risalire al III millennio a.C., stando alla datazione più probabile dei monumenti megalitici il più noto dei quali è quello di Stonehenge. Maggiori testimonianze si hanno dell’insediamento di popolazioni celtiche che, provenienti dal continente, colonizzarono entrambe le isole britanniche (VI-IV sec. a.C.).

La prima spedizione romana in Inghilterra è quella di Cesare nel 55 a.C.; il paese viene poi sottomesso da Claudio nel 43 d.C. e subisce una profonda romanizzazione soprattutto nell’Inghilterra del sud. Ma la vera e propria storia d’Inghilterra comincia con le invasioni degli Angli e dei Sassoni, che portano quello che sarà il vero e proprio elemento inglese in Inghilterra. Le tracce della romanità scompaiono mentre proseguono ancora per secoli le invasioni dell’Inghilterra da parte di popolazioni germaniche e scandinave fino all’ultima dei Normanni, che completano la conquista dell’Inghilterra nella battaglia di Hastings (1066). I Normanni, di cultura e lingua francese, s’impongono come quell’aristocrazia destinata a portare avanti l’unificazione dell’Inghilterra sotto un potere centrale e la costruzione dello stato nazionale.

I momenti fondamentali della costruzione politica dell’Inghilterra sono: la battaglia di Bouvines (1204), la concessione della Magna Charta (1215), la guerra dei Cent’anni (1337-1475), la guerra delle Due Rose (1455-1485), la scissione anglicana (1534). Da questo momento in poi, sotto la guida della regina d’Inghilterra Elisabetta I, il paese si avvia a diventare il più avanzato d’Europa, politicamente ed economicamente. La Rivoluzione inglese, nel XVII sec., inaugura in Europa la stagione di un parlamentarismo che si pone sotto gli auspici della corona d’Inghilterra e del re d’Inghilterra; l’avventura coloniale prima, e la rivoluzione industriale in Inghilterra poi, ne fanno il paese di gran lunga più ricco e influente d’Europa. L’Inghilterra del 1800, sotto la guida della regina Vittoria, costruisce un vastissimo impero coloniale che ne fa la prima potenza economica al mondo. La parabola inglese comincerà a declinare solo con la Grande Guerra e poi soprattutto con la II Guerra Mondiale, quando durante la battaglia d’Inghilterra correrà il serio rischio dell’invasione nazista.

Dopo la guerra l’Impero inglese va in frantumi a causa del forte ridimensionamento politico del paese. L’Inghilterra cede il primato agli Stati Uniti e avvia il processo d’integrazione europea. Sia l’economia che la politica subiscono una forte crisi: la monarchia, in particolare, durante il lungo regno di Elisabetta II d’Inghilterra, subisce una forte contestazione a causa delle note vicende della principessa Diana e del principe Carlo d’Inghilterra che si concludono, almeno per ora, con la tragica morte della prima.

Scheda Inghilterra

Nome ufficiale:Inghilterra
Nome originale:England
Capitale Inghilterra:Londra
Forma di governo:Monarchia costituzionale
Superficie:130.395 km²
Lingua:Inglese
Abitanti:50,1 milioni
Densità popolazione:384/km²
Nome abitanti:Inglesi
Religioni:89% protestanti (anglicani e presbiteriani), 10% cattolici, 1% ebrei
Prefisso telefonico:+44
Sigla automobilistica:GB
Dominio internet:.uk
Valuta:Sterlina (pound); 1 pound= 1,2499841 Euro
Fuso orario:GMT +0
Paesi confinanti: Scozia e Galles


Notizie e idee viaggi e vacanza in Inghilterra

I 10 musei più strani del mondo
Stanchi dei soliti grandi musei? Se conoscete ormai il Louvre come le vostre tasche, la prossima volta che andate a Parigi visitate il Museo della rete...
Small Luxury Hotels of the World: notti gratis di lusso
Dimore storiche, hotel di design, residenze di campagna a resort idilliaci. Negli Small Luxury Hotels of the World, dal 1 settembre al 30 novembre 2009 il...
Capitali europee: città amate, città odiate
Qual è la città più amata d’Europa? E l’ultima in classifica? Ecco il risultato del sondaggio condotto su 700 turisti italiani, utenti di TripAdvisor....
I migliori hotel di design
Viaggiatori amanti del design, dell’architettura e dello stile, ecco a voi la classifica dei 10 migliori hotel di design al mondo: perché in un letto...
London loves…The way things fall apart, Milano, Galleria Aus18
“London loves…The way things fall apart” (Milano, Galleria Aus 18, fino al 10 aprile 2009) è una mostra molto interessante dedicata ad una...

Altre notizie Inghilterra

Itinerari in Inghilterra

Da Londra a Stonehenge
da Fernyforner
13 foto

Blackpool, la Rimini Inglese
da Fedefede
8 foto, 14 recensioni

A Londra con Mio Figlio
da Vecio
23 foto, 14 recensioni

The Best Trip Ever!
da Lellohiphop
6 foto, 11 recensioni

Altri itinerari di viaggio in Inghilterra
Racconta il tuo viaggio in Inghilterra

Sono stati in Inghilterra

fernyforner
vive a Torino. Iscritto dal 12/06/2008
Recensioni di fernyforner a Londra...



alina
vive a Bolzano. Iscritta dal 19/01/2009
Recensioni di alina a Londra...



trin
vive a Napoli. Iscritta dal 29/01/2008
Recensioni di trin a Londra...



Altri utenti che sono stati in Inghilterra

Forum Inghilterra

Partecipa alla discussione

INFO LONDON

(0 risposte, 12:57 PM Feb. 25, 2008)

Londra Vs Barcellona

(0 risposte, 6:53 PM Feb. 5, 2008)

Aloggi Londra

(1 risposta, 6:16 PM Nov. 6, 2007)

Mappa di londra con principali cose da visitare

(0 risposte, 3:46 PM Mag. 31, 2007)

Info dintorni Londra

(1 risposta, 3:34 PM Mag. 10, 2007)

Altre discussioni       Apri una nuova discussione



Chi siamo | Contattaci | Pubblicità

© 2011 Voiaganto tutti i diritti riservati - Trilud SpA - P.iva: 13059540156

Voiaganto, supplemento alla testata giornalistica NanoPress registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08

Condizioni di utilizzo di Voiaganto, Informativa sulla privacy Informativa cookie