Visitare Marrakech, Attrazioni e Cose da vedere a Marrakech


Attrazioni marrakech


La città di Marrakech è circondata totalmente da mura e offre al turista diversi scorci e percorsi all’interno di esse, dove si nasconde la città vecchia chiamata Medina, da esplorare esclusivamente a piedi. Fuori dalle mura si estende la città moderna, in cui è consigliato un rapido tour in taxi (i prezzi sono decisamente abbordabili) o in auto (in Marocco la pratica del noleggio auto è molto diffusa) o, se si desidera il relax assoluto si può prendere in considerazione l’idea di trascorrere un pomeriggio a Marrakech a bordo del classico bus turistico. Marrakech offre inoltre numerosissime attività di svago e intrattenimento.

Indice

Cosa visitare

La Medina

Visitare Marrakech significa addentrarsi nei caotici labirinti della Medina, un luogo senza tempo, dove tra l’altro si trovano i monumenti più importanti e le attrazioni più interessanti della città.

La piazza Jemaa el Fna

La piazza Jemaa el Fna di Marrakech, (o Djeema el Fna) è il centro vitale della città a dispetto dell’origine del suo nome (significa infatti “assemblea dei morti” perché era il luogo in cui venivano esposte le teste in seguito alle esecuzioni capitali). La piazza possiede un fascino unico e ha un aspetto che cambia a seconda delle ore. Irriconoscibile e stranamente silenziosa al mattino presto, si trasforma in tarda mattinata in un caotico viavai di persone, biciclette, moto e calessi, senza tralasciare una miriade di venditori di qualsiasi tipo: carrettini specializzati nelle spremute di arancia, donne che realizzano tatuaggi all’hennè, maghi con le loro strane pozioni, incantatori di serpenti, venditori di sigarette (anche singole!) che attirano l’attenzione facendo tintinnare le monetine, originalissimi venditori di acqua con bicchieri di ottone al seguito (no…non bevete!) e un assurdo dentista con denti finti e dentiere in bella vista sul suo bancone!Dopo il tramonto la piazza Jemaa el Fna si trasforma ancora una volta e diventa un enorme ristorante all’aperto dove consigliamo vivamente di trascorrere almeno una serata della vostra vacanza a Marrakech per assaggiare alcune delle saporitissime specialità del Marocco.

Un’immensa nuvola di fumo nasconde miriadi di mini ristoranti, allestiti all’improvviso, con banchetti, panche, cucine arrangiate, cuochi e camerieri che cercano di accalappiarsi i clienti in qualsiasi modo; la piazza Jeema el Fna la sera diventa un ristorante caratteristico, economico e un appuntamento assolutamente da non perdere a Marrakech.Dopo cena un ultimo giro nella piazza regala agli avventori un ulteriore punto di vista: si formano gruppi di persone ognuno attirato da esibizioni di artisti di diversa natura tra cui cantastorie, musicisti, contorsionisti e chi più ne ha più ne metta…è proprio il caso di dirlo.

La moschea Koutoubia

A sud–ovest della piazza principale di Marrakech, Jemaa el Fna si erge imponente il minareto della Koutoubia di Marrakech. La Koutoubia (anche Kutubia o Koutubia) è il monumento più importante della città marocchina. Con un altezza di 70 m supera di gran lunga gli altri minareti di Marrakech e si vede a km di distanza. Costruita dall’almohada Yakoub el Mansour e terminata nel 1199, la moschea Koutoubia vanta il minareto più alto e meglio conservato delle altre due moschee fatte costruire dalla stessa dinastia, una a Rabat (Tour Hassan) e l’altra a Siviglia (La Giralda).Visto che le moschee sono precluse ai non islamici, a tutti gli altri non resta che avere un assaggio della cultura e religione islamica osservando dall’esterno il minareto della Koutoubia di Marrakech e lasciarsi incantare dalla voce del muezzin che 5 volte al giorno richiama i fedeli alla preghiera con parole e versi del Corano che echeggiano tra le mura della città.

Il Souq

A nord della Piazza Jemaa el Fna, attraverso un dedalo di stradine si apre un mondo intero dove è facile e divertente perdersi: il Souq (anche Souk, Suk, Suq).Il Souq, il mercato di Marrakech, è il luogo preferito dai visitatori per fare shopping e non solo. E’ suddiviso in zone a seconda delle categoria di prodotti. I visitatori, all’arrivo al mercato, ricevono numerose proposte di persone che si offrono di far loro da guida all’interno del mercato, ma non è affatto pericoloso addentrarsi da soli. Anzi, il fascino del Souq di Marrakech consiste nel perdersi tra i banchi e le corsie, mercanteggiare con i venditori (contrattare sul prezzo è normale a Marrakech!), scegliere i propri acquisti senza fretta e lasciarsi incantare dall’infinità di colori dei tessuti, dall’intensità degli aromi delle spezie. Il Souk fa perdere la cognizione del tempo!

La Kasbah e i Palazzi

Visitare Marrakech significa anche visitare i suoi splendidi palazzi, all’interno della Kasbah (il quartiere reale), i resti del Palais el Badi e il lussuoso Palais de la Bahia decorato da coloratissimi mosaici.

Il Palais del Badi

Il Palais del Badi conserva inalterato il suo fascino che all’epoca gli aveva fatto guadagnare a ragione l’appellativo “l’incomparabile”, nonostante siano rimaste solo le rovine della sua antica struttura, a causa dell’opera costante di sciacallaggio della durata 10 anni da parte di Moulay Ismail, uno dei sultani più dispotici della storia del Marocco.Edificato per volontà di Ahmed al-Monsour tra il 1578 e il 1602 ha dimensioni mastodontiche, soprattutto se si tengono in considerazione i palazzi privati e gli appartamenti dei cortigiani che ne facevano parte e che attualmente costituiscono il Palazzo Reale, Dar-el-Makhzen.Attualmente, all’interno del Palais el Badì, teatro tra l’altro di importanti manifestazioni come il Marrakech Film Festival e il Festival del Folklore di Marrakech, è possibile visitare le stanze delle cerimonie, concepite per il ricevimento degli ambasciatori, l’enorme cortile con la piscina e con gli aranceti e i vicoli sotterranei che costituivano le antiche prigioni e i magazzini. Non passano inosservate le numerose cicogne con i loro nidi costruiti sulle vette del palazzo che ne rendono ancora più suggestivo l’aspetto.

Il Palais de la Bahia

Il Palais de la Bahia costruito alla fine del XIX secolo ospitava la famiglia di Bou-Ahmed, le sue mogli, le sue concubine e gli innumerevoli figli. Grazie ad importanti opere di ristrutturazione il palazzo ha riacquistato il suo originale splendore: da non perdere i suoi variopinti mosaici e le stanze con soffitti in legno dipinto.

Le tombe dei saaditi

Le tombe dei saaditi, accessibili solo tramite la Moschea della Kasbah, sono rimaste nascoste nei secoli e sono venute alla luce grazie ad alcuni scavi solo nel 1917. Fatte costruire da Ahmed Al-Monsour, erano in origine il cimitero per i discendenti di Maometto ma sono poi diventate le tombe dei principi saaditi, soprattutto della dinastia Al-Monsour. Per fortuna le tombe sono scampate alla violenza predatrice di Moulay Ismail, che per superstizione aveva preferito non perseguire i morti.

La Mellah

Visitare Marrakech significa ancora raggiungere a piedi la Mellah, il quartiere ebraico appena fuori dalle mura, attualmente abitato dai pochissimi eredi dell’originale popolazione ebraica di Marrakech e molto diverso dal resto della città.Il quartiere La Mellah, è stato edificato nel XVI secolo fuori dalle mura a causa dell’attività di usurai svolta dagli ebrei che per questo motivo non potevano risiedere all’interno delle mura cittadine.

Cose da fare

Hammam e Spa

Marrakech offre svariate opportunità di divertimento e di attività per il tempo libero. Lasciatevi per esempio sedurre dall’idea di fare un giro in un Hammam di Marrakech. Gli Hammam erano anticamente bagni pubblici dedicati all’igiene e sono poi diventati luogo di incontro e di socializzazione soprattutto femminile per la popolazione marocchina.

Per i visitatori occidentali entrare per la prima volta in un Hammam può essere un’esperienza forte e per alcuni poco piacevole; c’è il rischio che non ci si senta a proprio agio, non si sappia come comportarsi e che ci si possa imbarazzare di fronte alle nudità di persone estranee. Nonostante per i musulmani sia molto meno facile, rispetto a noi occidentali, mostrare anche piccole parti del proprio corpo in pubblico, negli hammam diventa per loro una pratica naturale.Noi consigliamo comunque di provarlo, è l’equivalente di una nostra spa benessere all’interno della Medina, un po’ folcloristico in cui potrete regalarvi momenti di relax con bagno turco, massaggi e docce calde. E se non si sa come comportarsi basta cercare di osservare cosa fanno gli altri.Le tariffe variano a seconda della categoria dell’Hammam. I prezzi variano da un minimo di 5 € per ingresso e massaggio ad un massimo di 30 €.

Spettacoli

Tra le strutture più belle che organizzano spettacoli folcloristici a Marrakech ci sono sicuramente il Menara Reflets e Merveilles che propone uno show di luci e suoni, acrobati e balletti. (prezzo dell’ingresso tra i 25 e i 35 € ). Molto bello anche lo spettacolo che invece organizza il ChezAli, un esempio di canto e ballo tipico marocchino (cena e show circa 35 € ).

Golf

Il golf, praticato anche dal re Hassan II, è uno dei motivi che spingono i visitatori ad approdare a Marrakech. La città infatti possiede uno dei campi più importanti e belli del Marocco, Il Golf de la Palmeraie.

Casinò

Il Casinò di Marrakech si trova all’interno dell’Hotel la Mamounia. L’entrata è libera ma l’abbigliamento richiesto è formale, almeno per gli uomini.

Scrivi una recensione | mappa visitare marrakech


Trova Visitare a Marrakech per:


Pagina da 1 a 1

Palais El Badi, Marrakech, monumento  categ

Place de Ferblantiers, Marrakech, Marocco

Visitare Marrakech - PALAIS EL BADI
  • Voto: Visitare Marrakech (1 recensioni)
  • Descrizione:
  • Nessun appellativo sarebbe più adatto per questo splendido palazzo. Sebbene ne siano rimaste solo le mura e qualche struttura decadente ne vale...




Sei stato a Marrakech?

Scrivi la tua recensione su questo posto, esprimi le tue opinioni e pubblica le foto



Chi siamo | Contattaci | Pubblicità

© 2011 Voiaganto tutti i diritti riservati - Trilud SpA - P.iva: 13059540156

Voiaganto, supplemento alla testata giornalistica NanoPress registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08

Condizioni di utilizzo di Voiaganto, Informativa sulla privacy