Home > Guida Viaggi > Europa > Francia > Guida viaggi Corsica

Corsica, viaggi e vacanze

corsica

La Corsica è un’isola del Mediterraneo; oggi appartenente alla Francia come regione denominata Collettività Territoriale Corsa (C.T.C.). È suddivisa in due dipartimenti: Corsica del Sud e Corsica del Nord.

Montuosa e ricca di foreste, è la quarta isola mediterranea per estensione. È separata a sud dalla Sardegna dalle Bocche di Bonifacio e delimita il mar Tirreno ad est e il mar Ligure a nord.

La parola Corsica evoca la natura: infatti circa 1/3 del suo territorio è oggi protetto come Parco Nazionale e una grande parte della sua costa, grazie al Parco e alla ferma intenzione dei Corsi, non è distrutta e snaturata dal cemento. Le foreste, gli alberi secolari, i fiori, gli uccelli e numerosi animali selvatici - mufloni, cinghiali, avvoltoi, aquile,.. - abitano le grandi riserve naturali del territorio.

L’isola della Corsica ha una superficie di 8.600 kmq e una popolazione di 275.000 abitanti con una densità di soli 31 abitanti per kmq. La Corsica del Sud e la Corsica del Nord, separate da una dorsale montuosa,sono suddivide in 52 cantoni e questi in 360 comuni.Il capoluogo della Corsica è Ajaccio (circa 60.000 abitanti) ma rilevanti sono anche Bastia (55.000 abitanti) e Porto-Vecchio (11.00 abitanti).

Il mare della Corsica è stupendo e l’isola offre varie tipologie di spiagge, sabbiose, ghiaiose o rocciose.Ma andare in Corsica significa anche godere della montagna: la vetta più alta è il Monte Clinto, che supera i 2.700 metri, ma vi sono numerosi altri massicci che superano i 2.000 metri. Entrambi i dipartimenti offrono itinerari indimenticabili sulle stupende montagne dell’interno.

Un viaggio in Corsica vi farà apprezzare anche la ricchezza d’acqua di questa regione: corsi d’acqua ( Golo, Tavignano, Rizzanese…), laghi ( Bracca, Capitello…) e stagni litoranei ( Biguglia, Diana…) rendono l’ambiente naturale unico e straordinario. La storia della Corsica è così ricca e complessa che in ogni angolo dell’isola incontrerete le sue vestigia: dolmen e costruzioni megalitiche, torri di guardia che i vari invasori hanno lasciato, resti del periodo romano,della dominazione genovese e della storia più recente vi verranno incontro per tutta l’isola.

Nei viaggi in Corsica poche, fortunatamente, sono le cose da evitare.Meglio evitare, se possibile, il mese di agosto per la grande quantità di turisti.Fruire solo delle spiagge è sminuire questo territorio: evitate di spendere la vostra settimana solo sotto l’ombrellone.Un budget troppo ristretto non vi permetterà un soggiorno confortevole in alta stagione, perché i prezzi sono piuttosto alti.

Da non perdere in Corsica

  • Le spiagge in Corsica hanno sabbie colorate: Nonza nera, Saleccia rosa, Rondinara e Santa Giulia bianca… Provatele per scegliere la vostra preferita!
  • Un giro per l’interno più autentico dell’isola a bordo del vecchio trenino u Tringhellu.
  • Una gita in barca alla Riserva Naturale della Scandola: potrete incontrare delfini, foche, cormorani,tordi blu che nidificano sulle rocce e colonie di gabbiani.
  • La “corniche” di 100 km di Cap Corse, senza dimenticare di comperare qualche bottiglia di vino per i vostri amici.
  • Una cena romantica in un ristorante della “haute ville” di Bonifacio.

Indice

Geografia e aree turistiche della Corsica

La Corsica può essere suddivisa in sei aree, tutte di grande rilevanza turistica: di seguito le trovate elencate, da nord a sud.

Bastia e la Corsica del nord

Bastia, capitale dell’isola sotto il dominio genovese, ha un carattere molto italiano e la zona del Vieux Port mantiene tutto il suo fascino nonostante la città abbia oggi un marcato carattere industriale.A sud della città ci sono le spiagge de La Marana vicine all’Etang de Biguglia, rifugio degli uccelli migratori.A quest’area appartiene la lunga penisola rocciosa di Cap Corse, con tratti di costa di eccezionale bellezza e minuscoli deliziosi porti come Erbalunga e Centuri-Port.La cittadina di St-Florent, gradevole centro di pescatori, è base per la visita all’area del Nebbio, dove troverete i migliori vini dell’isola e belle chiesette romaniche. Ad ovest di St-Florent troverete invece il disabitato Désert des Agriats, un’area semiarida ricoperta da rocce e cactus e dalle rovine di antiche abitazioni di pietra. Qui la costa è inaccessibile, ma include le meravigliose spiagge di Saleccia e Loto.

Il nord-ovest

Questa area della Corsica è occupata per la maggior parte dalla Balange., a sua volta suddivisa in Haute Balange e Balange Déserte. La costa di questa regione regala viste mozzafiato tra la sabbia bianca, il mare turchese e la terra screziata.La città più importante è Calvi, il terzo porto della Corsica, bellissima, con la sua cittadella medioevale che si innalza maestosa su di un promontorio di granito.Le sue spiagge sono tutte stupende ma nessuna supera Algajola.Il gradevole porto di L’Ile Rousse ha una sorprendete costa bianca.L’entroterra offre un paesaggio splendido fatto di uliveti abbandonati e paesi fortificati come Sant’Antonio e Spelonca, con le loro botteghe di artigiani.Il Parc Naturel Régional comprende una distesa di foreste e fiumi ed è un magnifico territorio per escursioni a piedi. Attraverso il sentiero “Mari e Monti” si può fare un’indimenticabile escursione di 10 giorni, così come per il notevolmente più arduo GR20Un’altra occasione di contatto con la natura è la spettacolare riserva de La Scandola, accessibile solo in barca.

La Corsica centrale

Stupendi scenari caratterizzano questa area in cui le montagne granitiche formano la spina dorsale dell’isola: percorrere le strade o i sentieri che attraversano le sue foreste è un’esperienza non comune. Le proposte di escursioni sono moltissime e con difficoltà diversificate per cui ogni turista troverà la dimensione idonea al suo allenamento.L’epico GR20 passa da questi territori e vi si può accedere da vari paesini.Sentieri meno avventurosi portano a laghetti e a belvedere sulle vallateCorte, una cittadina fortificata con caratteri ancora molto autentici, è il miglior punto di partenza per le escursioni e per trovare sistemazioni logistiche confortevoliNelle vicinanze di Corte valgono una visita la Vallée della Restonica, le Gole del Tavignano e certamente la Vallée d’Asco e la valle del Niolo.

La Corsica orientale

Questa pianeggiante area della Corsica si estende da nord a sud, solcata da una comoda e diritta arteria stradale, da cui partono strade laterali più tortuose che portano verso le colline ad ovest e verso ampie spiagge sabbiose ad est.Gli stagni disseminati lungo la costa sono oggi produttive lagune dove si coltivano ostriche e frutti di mare.Verso ovest le strade secondarie portano a paesi, ma anche ad aree verdeggianti come la Casinica e la Castagniccia, con le sue foreste di castagni e le sue cascate; Piedicroce, Vescovato e Venzolasca meritano sicuramente una visita.

La regione di Ajaccio

Ajaccio, la maggiore città della Corsica, ha l’aspetto della classica località di villeggiatura: alberghi, viali con le palme, caffè lungo la strada e molte imbarcazioni di lusso nel porto. Oltre ai siti relativi a Napoleone, a cui la città ha dato i natali, una notevole proposta artistica è costituita dal Musée Fesch con i suoi dipinti.La maggiore attrazione turistica sono sicuramente le spiagge della costa occidentale, da Porticcio fino a Capo di Muro.L’interno offre possibilità di escursioni alle Gole di Prunelli e a quelle di Liamone, aree deliziose e non troppo turistiche.A nord della città si estende la Cinarca, una regione di vigneti punteggiata da gradevoli e ospitali paesini.

Il sud

Sabbia bianca, mare turchese, cime di granito, aree desertiche con macchie di boscaglia, foreste, altipiani calcarei, pendici ricoperte da frutteti… questa area della Corsica presenta un’incredibile varietà di paesaggi.Molti e vari sono i luoghi di grande interesse turistico, dal sito preistorico della Filitosa, alle case a torre di Fozzano, alle incantevoli “guglie” granitiche della Bavella.Notissime spiagge ampie e attrezzate le fanno da corona: Santa Giulia, Palombaggia, Rondinara, Santa Manza, Piantarella, solo per ricordare qualche nome.Propriano, Bonifacio e Porto Vecchio, poste agli angoli del territorio, sono città gradevoli, ricche di atmosfera e di offerta turistica.Bonifacio, posta in posizione spettacolare, è base per i traghetti per la vicinissima Sardegna.

Come arrivare in Corsica

La Corsica, per la sua evidente collocazione geografica, è raggiungibile solo in aereo o in nave con traghetti che partono da alcuni porti italiani.

Traghetto Corsica

I traghetti Italia-Corsica sono sicuramente il più comodo e utilizzato mezzo per raggiungere l’isola dall’Italia.Navi per la Corsica partono quotidianamente in alta stagione da porti della costa occidentale italiana; in bassa stagione i collegamenti sono garantiti solo da Livorno e Genova.Il porto della Corsica più utilizzato per i turisti italiani è Bastia. Traghetti per la Corsica partono dai porti della Liguria e della Toscana per raggiungere con tempi differenziati i porti della Corsica.In traghetto la Corsica è raggiungibile con le seguenti compagnie:

  • Mobylines collega Genova con Bastia in quasi 5 ore, mentre dal porto di Livorno si raggiunge Bastia in 4 ore.
  • Corsica Ferries offre le seguenti tratte: Livorno-Bastia in meno di 4 ore; Savona-Bastia in 6 ore o in 4.30 ore con un mezzo più veloce; Savona-Ile Rousse in 6 ore; Savona-Calvi in 6 ore; Piombino-Bastia in meno di 2 ore.
  • Corsica Marittima collega con navi veloci Genova con Bastia in 3 ore e Livorno con Bastia in meno di 2 ore.
  • G.L.D. (Grimaldi) collega Civitavecchia a Porto Vecchio in 9 ore e mezzo.

Per quanto riguarda i traghetti Sardegna-Corsica, Soremar e Mobylines collegano Santa Teresa di Gallura a Bonifacio in meno di mezz’ora

Gli orari dei traghetti per la Corsica devono essere verificati in funzione del periodo stagionale e soprattutto andrà verificata la reale offerta in bassa stagione.Le tariffe non sono indicabili a causa delle numerosissime variabili tra cui la stagione turistica, il giorno della settimana, il mezzo al seguito, la soluzione di comfort scelta per la traversata, la prenotazione del viaggio di ritorno, le numerose offerte speciali che le compagnie offrono, l’utilizzo o meno dell’agenzia per la prenotazione…Resta comunque economicamente molto conveniente rispetto al viaggio aereo.

Aereo Corsica

L’isola, dotata di 4 aeroporti moderni, non ha collegamenti diretti con l’Italia. L’aeroporto più vicino per voli diretti è quello di Nizza.

Opportunità si possono trovare in alta stagione con i voli charter che i vari tour operator propongono con voli saltuari da diversi aeroporti italiani, ma con tutti i limiti della periodicità e della discrezionale limitazione di posti che questa soluzione offre.

Voli con scalo a Parigi o a Marsiglia sono invece in partenza con compagnie di linea: Alitalia e Air France hanno voli quotidiani da Milano e Roma per l’aeroporto di Ajaccio per tutto l’anno.

I prezzi sono però alti: con Alitalia un volo a/r in alta stagione si aggira sui 700 euro, per abbassarsi di circa 100-150 euro in periodi di minor richiestaPiù costosa Air France, che in alta stagione supera anche i 900 euro per a/r, per abbassarsi di circa 100 euro in bassa stagione.Per indicazioni più dettagliate occorre informarsi presso gli aeroporti di Milano Malpensa, Venezia, Bologna, Firenze, Roma Fiumicino, Napoli.

Per conoscere le compagnie aeree che volano in Corsica e i voli di linea e low cost per la Corsica vai alla pagina voli Ajaccio, voli Bastia, Voli Calvi, voli Figari.

Quando andare in Corsica

La tarda primavera, l’estate e i primi mesi dell’autunno sono indiscutibilmente le stagioni migliori per visitare la Corsica.Nei mesi invernali piove spesso anche se le temperature sulla costa sono sempre miti. In alta montagna nevica ma, tralasciando le indicazioni dei depliant turistici, non è un territorio idoneo alla pratica dello sci.Nei mesi di luglio ed agosto le temperature superano con facilità i 30°C . In questi due mesi le spiagge sono particolarmente affollate, i prezzi salgono alle stelle, ma la bellezza dell’ambiente naturale e le numerose manifestazioni culturali che in questi mesi si concentrano rendono molto desiderabile una vacanza anche in questo periodo.

Avvertenze e consigli per una vacanza in Corsica

La Corsica è costosa! Il costo della vita supera perfino quello della Costa Azzurra quindi se il vostrobudget è limitato non programmate una vacanza in alta stagione o cercate almeno di allontanarvi un poco dai costosi paesi della costa.Anche la soluzione del campeggio può essere poco economica se non si opta per campeggi spartani nei paesi più interni.Viaggiare in bassa stagione vi permetterà di risparmiare decisamente.La Corsica ha una reputazione di territorio piuttosto violento e caratterizzato da una politica estremista, ma difficilmente i turisti hanno problemi; la microcriminalità è minima ma i furti nelle auto non sono rari quindi è buona norma non lasciare oggetti in macchina.Molestie sessuali dalla popolazione locale difficilmente ne verranno; più probabile che a procurare guai siano i turisti!Relativamente all’assistenza sanitaria, i turisti della U.E. usufruiscono degli stessi servizi sanitari dei francesi ma il sistema sanitario francese fornisce un servizio sovvenzionato piuttosto che gratuito che è limitato alle situazioni di emergenza. Una copertura assicurativa potrà quindi rivelarsi utile.

Cultura, usi e costumi

La lingua ufficiale della Corsica è ovviamente il francese, ma gli anziani, e oggi molti giovani, parlano “corsu” nella vita quotidiana. L’insegnamento della lingua corsa è oggi obbligatorio in tutte le scuole pubbliche dell’isola, compresa l’Università.Questa opportunità è stata offerta dal governo francese nel decennio scorso, insieme ad altre autonomie, con lo scopo di allentare la tensione creata dal Movimento Separatista Corso.

Questo movimento, che nei secoli passati ha provocato attentati e morti, nell’ultimo decennio ha rivolto la sua attenzione soprattutto nella difesa della identità “verde” dell’isola, ritenendo l’eccesso di insediamenti turistici un alto rischio per la conservazione della identità corsa. Oggi il movimento, che si dichiara apertamente contro ulteriori insediamenti turistici, non costituisce certamente un problema di sicurezza per i villeggianti, che vengono comunque riconosciuti come fonte di benessere per la popolazione. Il contributo del movimento alla difesa della conservazione ambientale dell’isola deve essere comunque riconosciuto.Nei Corsi è molto forte il senso dell’onore, anche se era un elemento più incisivo nel turbolento passato dell’isola, quando gli oltraggi dovevano essere riparati. Il senso dell’onore era legato al forte legame alla famiglia e al gruppo di appartenenza. Il senso della famiglia è comunque ancora molto forte.La pratica della religione cattolica è piuttosto modesta e il fervore religioso si manifesta soprattutto nelle feste, cerimonie e processioni che hanno luogo durante la Settimana Santa.La musica e i canti tradizionali, spesso improvvisati, raccontano della durezza degli usi e dei costumi corsi e riflettono sovente le lotte del passato.Il canto più tradizionale è la “ paghjella”, che riunisce tre tonalità di voce maschile.Negli ultimi decenni le nuove generazioni hanno ripreso la cultura dei canti polifonici con l’intento di perpetuare la cultura orale corsa. Alcune manifestazioni, come il Festivoce a Pigna contribuiscono alla valorizzazione delle tradizioni musicali.Notevole è la tradizione culinaria ed enologica dell’isola.

Informazioni utili sulla Corsica

Abbigliamento e bagagli in Corsica

La Corsica è un’isola montuosa con vette notevoli collocata nel Mediterraneo. Questa indicazione suggerisce l’abbigliamento idoneo: se si progetta una vacanza al mare occorre ricordare che le sere sono piuttosto fresche, anche se di giorno in piena estate si superano tranquillamente i 30°C. Se si intende spendere la vacanza per escursioni nelle stupende aree verdi o in montagna, le scarpe adatte a questo tipo di turismo sono indispensabili, così come una giacca impermeabile. Se il progetto vacanziero comprende escursioni in alta quota occorre un abbigliamento tecnico, perché la montagna qui è piuttosto dura. Uno zaino più o meno capace a seconda dei vostri progetti vi sarà indispensabile.Non lesinate sui capi perché le lavanderie self-service sono rare e le tintorie non sono frequenti, oltre che costosissime. Anche l’utilizzo della lavatrice in albergo ha prezzi estrememente alti.

Sanità in Corsica

La Corsica non presenta nessun particolare problema sanitario e non è richiesta per l’accesso nessuna vaccinazione.La tessera sanitaria italiana – Tessera Europea di Assicurazione Malattia – garantisce l’accesso alle strutture sanitarie corse.In generale l’assistenza sanitaria in Corsica è di livello piuttosto elevato; ci sono ospedali in tutte le città e le località più piccole dispongono di cliniche che servono l’area circostante.

Enti e uffici del turismo della Corsica

  • Ente Nazionale Francese per il Turismo, via Tizianio 32 Milano - aperto dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 17, con orario continuato. Tel. 899 199 072, Fax 02 58486221. mail info.it@franceguide.com. Il sito ufficiale Franceguide offre molte utili indicazioni sulla Corsica.
  • OMT di Bonifacio - 2, rue Fred Scamaroni, 20169 Bonifacio. Tel. 33(0)4 95 731188, Fax 33(0)4 95 731437. Sito www.bonifacio.fr.
  • OMT di Bastia, Maison Righetti, 20200 Bastia. Tel. 33(0) 4 95 542042, Fax 33(0) 4 95 542041. www.bastia-tourisme.com
  • OT di Porto Vecchio – Sud Corse - Rue du Député Camille de Rocca serra, 20 538 Porto vecchio. Tel. 33(0) 4 95 700958

Fax 33(0) 4 95 700372. Sito www.destination-sudcorse.com

  • OT Ajaccio - 3, boulevard du Roi Jérome, 20 181 Ajaccio cedex 01. Tel 33(0) 4 95 515303, Fax 33(0)4 95 515301 www.ajaccio-tourisme.com/it

Accesso a internet in Corsica

La possibilità di accedere a Internet è garantita in tutto il territorio dell’isola.Nei centri urbani sono presenti Internet point, e gran parte delle strutture alberghiere e dei villaggi turistici offrono oggi questo tipo di servizio.

Lingua Corsica

La lingua ufficiale della Corsica è il francese, ma una buona aparte della popolazione parlano “corsu” nella vita quotidiana

Scheda Corsica

Nome ufficiale:Corsica
Nome originale:Corse
Superficie:446,550 km2
Lingua:Francese
Abitanti:275.000
Densità popolazione:31 ab/km2
Nome abitanti:Corsi


Foto di Corsica

Foto  Corsica - 4 anni in due le moto...e 114 in due i motociclisti...
Foto  Corsica - Nevada 750 carico come un mulo..
altre foto di Corsica

Forum Corsica

Partecipa alla discussione

Corsica

( risposte, 9:23 PM Feb. 5, 2007)

Altre discussioni       Apri una nuova discussione



Chi siamo | Contattaci | Pubblicità

© 2011 Voiaganto tutti i diritti riservati - Trilud SpA - P.iva: 13059540156

Voiaganto, supplemento alla testata giornalistica NanoPress registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08

Condizioni di utilizzo di Voiaganto, Informativa sulla privacy Informativa cookie