Home > Guida Viaggi > Africa > Guida viaggi Egitto

Egitto, viaggi e vacanze

egitto

La Repubblica Araba d'Egitto è uno Stato del Nord Africa, ma includendo la Penisola del Sinai fa parte anche dell'Asia. La gran parte della popolazione, che conta circa 80 milioni di abitanti, vive sulle sponde e sul delta del Nilo che con i suoi 6.650 km è il secondo fiume più lungo del mondo. Sono molte e ampie le zone desertiche dell'Egitto che sono, quindi, disabitate.Il paese confina a ovest con la Libia, a sud con il Sudan, a est con il mar Rosso e Israele e si affaccia a nord sul mar Mediterraneo. Le aree costiere hanno una lunghezza di 2.450 km. La capitale dell’Egitto è Il Cairo.

Fare un viaggio in Egitto significa fare un tuffo nel passato immergendosi nella magica terra dei faraoni, ripercorrendo il Nilo e la monumentale arte egizia: piramidi, sfingi, geroglifici, templi. Scoprire le antiche usanze e credenze dell’Antico Egitto, la funzione dei numerosissimi dei e le loro affascinanti raffigurazioni.

Ma una vacanza in Egitto è l’ideale anche per gli amanti del mare e del turismo all’insegna del riposo e dell’abbronzatura.

Il turismo in Egitto ha avuto un fortissimo impulso negli ultimi anni diventando la principale fonte di reddito del paese e rendendolo moderno e servito. Nonostante la crescita esponenziale del turismo in Egitto, i costi per pacchetti vacanza, viaggi organizzati e crociere sono ancora tra i più abbordabili.

Da non perdere

  • Le piramidi di Cheope, Kefren e Micerino e la possente sfinge di Giza
  • Un’ora di snorkeling ammirando i colori della barriera corallina e l’enorme varietà di pesci tropicali del mare dell’Egitto
  • La valle dei re e delle regine e l’imponente tempio di Luxor
  • Una passeggiata nel deserto a dorso di dromedario
  • Una crociera sul Nilo su una delle tipiche imbarcazioni locali

Indice

Geografia e aree turistiche dell'Egitto

L’Egitto copre una superficie di circa 1.001.450 km². La parte occupata da insediamenti o da coltivazioni costituisce meno del 10% delle terre emerse dell'Egitto che si rivelano essere molto fertili e rigogliose grazie alla presenza del Nilo, mentre più del 90% del paese è desertico; a ovest si apre il deserto Libico (un’ estremità del Sahara), mentre il deserto Arabico, o deserto Orientale, è bagnato dal Mar Rosso, mentre a est si trova il Golfo di Suez.

Il deserto Libico, quello che Gaetano Salvemini definì “il grande scatolone di sabbia”, è conosciuto oggi come Grande Mare di Sabbia. In questo deserto è possibile vedere numerosi avvallamenti che scendono spesso a grande profondità sotto il livello del mare. Il Deserto Arabico, invece, si estende per buona parte su un altopiano che si trova a est della valle del Nilo. In questa zona sono presenti cime frastagliate e picchi che raggiungono i 610 m circa.

Nel territorio dell’Egitto si trova anche la penisola del Sinai dove si estende un deserto di sabbia finissima delimitato da montagne rocciose: nella parte meridionale le cime superano i 2134 m come, ad esempio la vetta più alta dell'Egitto: l’omonimo Monte Sinai.Per quanto riguarda la divisione amministrativa, l’Egitto è frazionato in 27 governatorati i cui più importanti centri sono la capitale Il Cairo, la città di Alessandria con uno splendido porto, Assuan, al centro della Nubia, sul Nilo, Giza, città industriale non lontana dal Cairo, Porto Said, che si trova dove il canale di Suez sbocca nel Mediterraneo, Suez, nella parte meridionale del canale e Asyùţ, dinamico centro ricco di artigianato.

Cairo

La regione del Cairo si trova a nord dell’Egitto, nella zona vicina alla capitale e comprende le località di Giza, Memphis, Saqqara, Abusir e Dahshur. Rappresenta un’area di interesse principalmente storico e artistico. E’ qui che si possono visitare le famose piramidi di Cheope, Chefren e Micerino oltre all’imponente sfinge che siamo abituati a vedere ritratte sui libri. Nella capitale è anche possibile visitare il più grande museo egizio del mondo dove sono conservati innumerevoli reperti, mummie e sfingi.

Basso Egitto

La regione la cui città principale è Alessandria d’Egitto si trova nell’estremo nord del paese, proprio sul delta del Nilo. E’ l’antica storia egizia a rendere Alessandria un fulcro di cultura particolarmente importante. Di particolare interesse artistico sono il museo Greco Romano (che ha sede al centro della città) e lo storico museo d’Alessandria.

Nei pressi del grande porto di Alesssandria d’Egitto si possono ammirare i resti del vecchio palazzo del re Lagide. Recandosi alla penisola del Faro, invece, si può visitare dimora del Ra’s Al Tin, che è diventata il museo delle bambole, oggi celebre in tutto il mondo.

Medio Egitto

Il Medio Egitto rappresenta l’area convenzionalmente situata sul Nilo, la regione a nord di Tebe (l’odierna Luxor) e a sud del Basso Egitto. E’ una vasta pianura fertile le cui principali attrattive turistiche sono rappresentate dalla città di Luxor e dai numerosi templi dedicati alle divinità che si trovano lungo tutto il corso del fiume.

A Luxor si trovano anche la Valle dei Re e delle Regine. Per un periodo di quasi 500 anni, dal 1552 a.C. al 1069 a.C. fu scelto questo luogo come sede delle sepolture dei sovrani dell'Antico Egitto e delle loro consorti.

Alto Egitto

E’ la zona meridionale dell’Egitto, montuosa e meno densamente abitata, la cui attività principale è tradizionalmente la pastorizia. Vi si trova il Lago Nasser, un grande lago artificiale che si estende fino al Sudan. La principale attrattiva della zona è il complesso templare rupestre di Abu Simbel, considerato la più grande opera di Ramses ed è una meraviglia per il turista amante di antichità.

Oasi occidentali

Questa zona si estende nella parte occidentale del Nilo, dove si trova il deserto Libico. E’ l'ultimo lembo del grande Sahara con le incantevoli oasi in cui sono custoditi antichi reperti tra palme e rocce, sabbie color oro, laghi salati e piste che si perdono nell'infinito. Ognuna delle oasi che si trovano in questa zona sono state abitate già dalla preistoria e hanno visto insediamenti da parte dell’uomo ancor prima che nella valle del Nilo.

Mar Rosso

Questa regione comprende tutta la zona costiera che si estende a est del Nilo. E’ qui che si trovano le principali mete di vacanza in Egitto dove ci sono città moderne con villaggi e hotel che si affacciano su splendide spiagge di sabbia finissima. Le principali località sono Marsa Alam, Hurghada e El Alamein. Queste città, che si affacciano sul Mar Rosso, hanno tutte caratteristiche molto simili. Fino a pochi anni fa questi erano piccoli villaggi di pescatori che hanno subito una rapida crescita grazie al turismo. Queste località si presentano ricche di palmeti e mangrovie, con un mare ricco di pesce per via della presenza della barriera corallina.

Penisola del Sinai

Il Sinai è una penisola che si stende nella parte nord-orientale dell'Egitto e che si trova a metà fra i continenti africano e asiatico. La sua forma ricorda vagamente un triangolo e il suolo è desertico in quasi tutta la sua interezza: Seguendo verso su la linea costiera, si incontrano le città di Nuweiba, Dahab e Sharm el Shieikh. Quest’ultima, oltre ad essere famosa in tutto il mondo come località turistica, è anche il centro amministrativo del Governatorato del Sinai del Sud e negli ultimi anni ha ospitato meeting internazionali fra i politici di tutto il mondo. La città è costituita da un grande centro dove si trovano numerosissimi villaggi e residence quasi sempre dotati di servizi d'animazione, la maggior parte dei quali vantano altissimi standard di comfort.

Come arrivare in Egitto

Aereo per l'Egitto

L'aereo è il modo più comodo e rapido per raggiungere l'Egitto dove si arriva con 4-5 ore di volo. I prezzi dei voli per l’Egitto sono decisamente contenuti soprattutto se si prenota un pacchetto vacanze. Il Cairo è ben collegata con Milano e Roma grazie a voli di linea. È possibile, comunque, prenotare un volo charter, da quasi tutti gli aeroporti italiani in modo da raggiungere le località turistiche del Mar Rosso. Questa è una soluzione tipica se si acquista un pacchetto vacanze per l'Egitto.

Gli aeroporti principali si trovano ad Abu Simbel, Al Arish, Alessandria d’Egitto, Assuan, Asyut, Cairo, Hurghada, Kharga, Luxor, Marsa Alam, Marsa Maruth, Porto Said, Sharm el-Sheikh e Taba. La compagnia di bandiera egiziana è la Egypt Air, l'unica a possedere voli su alcune tratte interne. Voli Egitto.

Traghetti per l'Egitto

Non esistono un collegamento diretti Italia-Egitto in traghetto. È possibile raggiungere in nave l'Egitto esclusivamente con una nave da crociera che generalmente fa scalo ad Alessandria d'Egitto.

Quando andare in Egitto

Le stagioni in Egitto sono due sono due: un mite inverno da novembre ad aprile e una calda estate da maggio a ottobre. La differenza tra le due stagioni è percepibile solamente nella variazione delle temperature tra giorno e notte e nei cambiamenti dei venti principali.Il periodo migliore per una vacanza in Egitto è nei mesi di maggio, giugno e settembre poiché il caldo è più sopportabile rispetto ai mesi estivi centrali

Avvertenze e consigli per una vacanza in Egitto

La gente del posto è socievole e, soprattutto nelle località turistiche, parla bene l’italiano. Portate pazienza per tutti quei commercianti che vogliono portarvi a vedere il proprio negozio o tenteranno di vendervi qualcosa per strada: la povertà è dilagante già pochi chilometri fuori dalle città. Da ottobre 2004 si sono verificati attentati al Cairo e in più località di vacanza del Sinai, nei quali sono stati feriti o uccisi anche turisti. Nel paese sussiste ancora il rischio di attentati, ma le autorità egiziane hanno adottato parecchie misure per garantire il più possibile la sicurezza dei visitatori stranieri. La situazione economica, sociale e politica è piuttosto tesa. Per questo, è necessario prestare molta attenzione ad atti di criminalità, scontri e violenze che possono verificarsi nelle principali città e nella capitale. Si raccomanda di seguire tramite tv e giornali l'evoluzione della situazione prima di effettuare un viaggio in Egitto e di attenersi alle istruzioni dei servizi dell'ordine e ai consigli dell'organizzatore locale del viaggio. E’ importante, inoltre, evitare assembramenti e dimostrazioni e, in generale, di osservare prudenza e riservatezza.

Cultura, usi e costumi in Egitto

L’Egitto, benché abbia un forte stampo moderato, è un paese musulmano: è importante rispettare, quindi, specifiche regole di comportamento che non sono obbligatorie per i turisti, ma che è sempre bene conoscere. Nei luoghi pubblici sarebbe meglio indossare vestiti o pantaloni lunghi e camicie che non lascino scoperte le braccia. Quando si scattano fotografie, è meglio evitare di inquadrare le persone, perché l’Islam proibisce la riproduzione di esseri umani. Il Corano vieta di consumare alcolici per strada, quindi è meglio evitare di farlo per non offendere i cittadini locali.In particolar modo durante il Ramadan, nel corso della giornata, è cattiva educazione bere bibite, mangiare e fumare sigarette nei luoghi pubblici. Può capitare di vedere coppie di uomini che camminano mano nella mano: un uso egiziano in segno amicizia. Una nota particolare va riservata alla cosiddetta arte del contrattare. In qualsiasi bazar o mercato verrete letteralmente presi per le braccia e trascinati all'interno dei negozi con il pretesto di un infuso di karkadé o menta. Attenzione all’abilità oratoria tipica degli abitanti dell’Egitto che vi faranno facilmente credere di dover per forza acquistare della merce presente nei loro negozi. E così spesso va a finire. Un pendente con lo scarabeo, qualche “antico” papiro, dell’olio profumato o il narghilé (la tipica pipa ad acqua). Gli egiziani, come molte altre popolazioni mediorientali, provano un profondo gusto per la contrattazione e ciò che a noi può sembrare antipatico per loro è una pratica consueta.Va ricordato, infine, che i prezzi vengono mediamente caricati di un 50% e su tale rapporto verrà fatta la contrattazione. In Egitto, poi, è di uso comune richiedere il bakschich, la mancia, che serve per ottenere un servizio più efficiente.

Informazioni utili sull'Egitto

Abbigliamento e bagagli per un viaggio in Egitto

Per un viaggio in Egitto è consigliato un abbigliamento di cotone leggero, pratico e comodo, soprattutto per le gite. Protezioni solari, occhiali da sole e cappellini sono fondamentali. E' importante ricordare che per l’ingresso nelle moschee è necessario avere un abbigliamento appropriato e che è proibito entrare con magliette a maniche corte, canottiere, pantaloncini e vestiti trasparenti. Attenzione agli sbalzi di temperatura perché spesso nei locali l’aria condizionata è molto forte e può provocare congestioni e problemi intestinali. E’ importante, quindi, portare sempre con sé una giacca o un golfino di cotone da appoggiare sulle spalle se necessario.

Sanità in Egitto

Per visitare l’Egitto non sono richieste vaccinazioni, ma quelle contro l'epatite A, B, tifo, difterite, sono consigliate per tutto il mondo. E' importante solo seguire le abituali misure igieniche ed è consigliabile stipulare una normale assicurazione sanitaria che copre un eventuale rimpatrio del paziente. I casi di epatite sono molto frequenti in tutto il paese, perciò si consiglia di pulire bene frutta e verdura, prestare attenzione ai cibi non cotti o, meglio, evitarli, e di bere acqua minerale senza ghiaccio. Attenzione anche ai tempi di esposizione solare: eritemi e scottature sono all’ordine del giorno per chi fa una vacanza in Egitto.

Numeri di emergenza in Egitto

  • Ambulanza: 123
  • Polizia: 122
  • Polizia per i turisti: 126

Enti e uffici del turismo Egitto

  • Ente del Turismo Egiziano: Via Bissolati 19, Roma tel: 06-4827985 fax: 06-4874156
  • Ufficio del Turismo in Egitto: Il Cairo. Adly St. tel(0020-2) 391.3454. Non effettua prenotazioni alberghiere.
  • Ufficio del Turismo in Egitto: Alessandria. Saad Zaghlul St.tel (0020-3) 807.985. Non effettua prenotazioni alberghiere.

Accesso a internet in Egitto

In linea di massima, in tutti gli alberghi egiziani c’è un Internet Cafè o la possibilità di connettersi direttamente in camera o in un centro business, col proprio potatile. Ci sono anche molti Internet Cafè nelle città, la maggior parte dei quali resta aperta fino a notte tarda.

Prefisso telefonico Egitto

Per chiamare dall’Italia in Egitto occorre selezionaare il prefisso dell’Egitto, 0020.Per chiamare l’Italia dall’Egitto (come da qualsiasi altra nazione) occorre selezionare il prefisso 0039.

Cellulari in Egitto

L’Egitto è coperto da rete GSM, dunque i telefoni cellulari italiani in Egitto funzionano dappertutto e le tariffe dipendono dal contratto di roaming internazionale stipulato con il proprio operatore. Se ci si trattiene in Egitto per un periodo continuato può risultare utile acquistare un numero cellulare egiziano che dà la possibilità di risparmiare più del 50% che utilizzando la propria scheda telefonica.

Lingua Egitto

La lingua ufficiale dell'Egitto è l'arabo. L'inglese è la lingua europea più diffusa in particolare tra gli operatori turistici, molto meno tra la gente comune. Il francese e l’italiano sono parlati e compresi da chi lavora con gli stranieri e nell’ambito del turismo.

Valuta in Egitto

La moneta locale è la Lira egiziana che vale circa 0,12 Euro. Un Euro, quindi, vale circa 8 Lire egiziane. All’interno di alberghi e ristoranti sono accettate tutte le carte di credito ed è possibile pagare in euro quasi ovunque.

Fuso orario in Egitto

L’Egitto è un’ora avanti rispetto all’Italia

Prese elettriche in Egitto

La tensione elettrica in Egitto è di 220 volt salvo qualche località dell'interno ancora servita solamente da impianti vecchi da 110 volt, la frequenza di 50 Hz e le prese utilizzate sono di tipo C.

Spina e Presa C

Storia dell'Egitto

La storia dell'Egitto è connessa in modo imprescindibile a quella del Nilo. Il fiume è stato la principale fonte di vita e grazie ad esso si sono sviluppate attività economiche, sociali, politiche e religiose fin dai primi insediamenti che si attestano già dal 4000 a.C. Si formarono sulle rive del Nilo diverse comunità che diedero vita a due stati separati: l’Alto e il Basso Egitto.

Intorno al 2850 a.C. i regni furono unificati da Menes, colui che fondò la monarchia in Egitto. Il re viene da subito considerato come un dio sceso in terra, con il compito di conservare l'ordine locale e cosmico. E’ così che ha inizio l’epoca dei faraoni che vedrà succedersi circa trenta dinastie che avranno alterna fortuna fino alla loro scomparsa nel 343 d.C. Il culmine di potenza e splendore egiziani si hanno durante il periodo denominato Nuovo Regno: le necropoli che si trovano a Tebe, i templi di Luxor e Karnak, il complesso templare di Abu Simbel, risalgono, infatti, a questa epoca storica. Si alternano faraoni del calibro di Amenofi II, di Hatshepsut, unica donna faraone, Thutmosi fino ad arrivare allo splendido periodo dei Ramses.

Al termine della XXX dinastia la decadenza del regno fu sempre più chiara e culminò con l’invasione e finisce l'epoca faraonica, poiché Alessandro Magno, re macedone invase l'Egitto.

La dominazione durò fino al 305 a.C quando cominciò l'epoca tolemaica dove 13 tolomei guidarono il paese fino al 30 a.C. quando Cleopatra VII subì una pesante sconfitta da parte di Roma in occasione della battaglia di Azio, così l'Egitto divenne provincia romana fino al 395 d.C. Da questo momento ha inizio la dominazione bizantina, che dura fino al 640 d.C. anno in cui si succede la dominazione araba e l'Egitto diventa un paese islamico. Il passaggio dalla monarchia alla Repubblica arrivò solo nel 1953 quando prese il potere prima Nasser e poi Sadat che si occupò di riaprire gli scambi commerciali con l'Occidente. L'attuale Presidente è Hosni Mubarak.


Scheda Egitto

Nome ufficiale:Repubblica Araba d'Egitto
Nome originale:جمهوريّة مصر العربيّة
Capitale Egitto:Il Cairo
Forma di governo:Repubblica presidenziale
Superficie:1.001.450 km²
Lingua:Arabo
Abitanti:77.505.756 ab.
Densità popolazione:77 ab./km²
Nome abitanti:Egiziani
Religioni:Musulmana sunnita 94%, Copti Cristiani e altri 6%
Prefisso telefonico:+20
Sigla automobilistica:ET
Dominio internet:.eg
Valuta:Sterlina egiziana (EGP) 1 Euro = 8 EGP
Fuso orario:UTC +2
Paesi confinanti:Libia, Sudan, Israele, Giordania e Arabia Saudita.
PIL: 353.112 milioni di $
Reddito pro capite: 1.062,00 $
Tasso annuale di crescita: 1,71%
Inflazione: 6,5%
Principali settori economici: agricoltura, industria, turismo


Notizie e idee viaggi e vacanze in Egitto

Capodanno 2010 in Egitto: dal Cairo al Deserto Bianco
Il Cairo, dune spettacolari, l’Oasi di Siwa, un dolce bagno nella sorgente di acqua calda di Bir Wahed, Bahariya, il monte di cristallo… E’...
Offerta speciale Mar Rosso a 5 stelle
Il sole caldo anche d’inverno, una barriera corallina ricca di pesci multicolore e il lusso di un resort 5* a prezzi imbattibili. E’ il mix perfetto per...
Capodanno 2009 in Egitto col Cts
Capodanno è alle porte ma ci sono ancora proposte interessanti e convenienti per chi vuole partire. Il Cts presenta “Deserto bianco e monasteri”...
Capodanno 2009 da 500€ a 3.000€ con Eurotravel
Eurotravel propone un’ampia scelta di vacanze per festeggiare l’anno nuovo: soggiorni e vacanze per tutti i gusti e tutte le tasche. Per chi vuole...
Capodanno 2009 sul Nilo col Cts
Cts propone una vacanza davvero speciale per Capodanno 2009: un viaggio in Egitto, a Il Cairo con crociera sul Nilo. Si tratta di un tour di 3 notti a Il...

Altre notizie Egitto

Sono stati in Egitto

Orla79
vive a Parma. Iscritta dal 20/02/2007
Recensioni di Orla79 a Marsa 'alam...



cuoricina
vive a Roma. Iscritta dal 19/06/2008
Recensioni di cuoricina a Sharm el Sheikh...



AndreaP
vive a Lucca. Iscritto dal 16/03/2007
Recensioni di AndreaP a Hurghada...



Altri utenti che sono stati in Egitto

Forum Egitto

Partecipa alla discussione

Magico Egitto

(0 risposte, 8:10 PM Nov. 6, 2008)

Sharm el Sheikh e la spiaggia

( risposte, 5:06 PM Mar. 14, 2007)

Temi più discussi

Magico Egitto

da launev nel Forum Egitto

Altre discussioni       Apri una nuova discussione



Chi siamo | Contattaci | Pubblicità

© 2011 Voiaganto tutti i diritti riservati - Trilud SpA - P.iva: 13059540156

Voiaganto, supplemento alla testata giornalistica NanoPress registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08

Condizioni di utilizzo di Voiaganto, Informativa sulla privacy Informativa cookie